Coaching

Blogcafe: Quando ti sei sentita arenata…

VereMamme lancia il primo Blog Café letterario: un post in cerca d'autore

Pubblicato il 06 marzo 2009 da Flavia

Veremamme Blog Café lancia “Un post in cerca di autore”.
All’interno del nostro Blog Café, locale oltremodo chic e virtualmente alla moda, blogger di tutto il mondo si incontrano per discutere a modo loro su temi d’attualità.

Questa settimana parliamo di ambiente. È di questi giorni la notizia che 200 balene si sono arenate sulle spiagge deserte della Tasmania, in Australia. Alcune di loro sono state recuperate e riportate in mare aperto, ma per molte, purtroppo, non c’è stato niente da fare.
In segno di solidarietà con le nostre amiche mammifere, vi chiediamo:

“e voi, quando vi siete sentite arenate? e chi vi è venuto a salvare?”

Aspettiamo con ansia le vostre testimonianze qui nel BlogCafé di VereMamme!

(Appena vi registrate come CaféBlogger e ricevete il vostro account potete postare QUI, semplicemente cliccando su “post a new entry”. Per commentare invece basta essere registrati su VereMamme, se non l’avete ancora fatto è un attimo)

0 Commenti

"Quando ti sei sentita arenata…": ecco tutti i post del primo BlogCafé!

Pubblicato il 15 aprile 2009 da Flavia

Quando ti sei sentita arenata…… [...] Purtroppo accade spesso che anche i sistemi di orientamento più sofisticati, come quelli delle balene, vadano in tilt. In segno di solidarietà con le nostre amiche mammifere, vi chiediamo: “e voi, quando vi siete sentite

0 Commenti

La sindrome della rotonda

Pubblicato il 30 marzo 2009 da Mamma Cattiva

[...]Ho tentato diverse volte ad esprimere il contenuto di questa patologia, spesso come personale esigenza terapeutica e il richiamo acuto delle rotonde balene che si arenano, mi invita a una sana condivisione di sensazioni ricorrenti.
Qualche premessa per inquadrarmi in

15 Commenti

Cerco un figlio

Pubblicato il 25 marzo 2009 da Renata

Arenate? Non so se la mia storia risponde al vostro quesito e non è nemmeno una storia inedita perché già la scrissi in modo dettagliato sul mio blog tempo fa. Vi riporto le battute finali.

“Per quattro anni io e mio marito abbiamo cercato inutilmente un figlio: quattro anni, 72 ecografie interne, sesso a comando e a pagamento, ormoni a mille e ogni mese una delusione. E sì perchè alla fine ci speri sempre, alla fine non riesci a non illuderti e ogni mese la delusione è peggiore del mese precedente perchè non vedi più la meta.
“Basta io non faccio più niente, sono stanca, si vede che non è destino.”
Ero davvero stanca e mi sentivo stupida, beffata dal metodo e delusa dal risultato: “perchè non fare tutti gli accertamenti subito?”.
Mi ero rassegnata all’idea di non avere un figlio, Antonio no. Si informava su tutti i centri esteri, su quale offrisse un servizio che meglio rispondesse ai nostri problemi: la Svizzera non andava bene, forse la Spagna.
Aveva persino iniziato una cura a base di Aloe Vera perchè pare abbia benefici effetti sugli spermatozoi, forse non sarebbe servita a nulla ma male non faceva.
Io invece non volevo più sentir parlare di cure, volevo riprendere la mia vita, ritrovare un’intimità con mio marito, volevo tornare a fare l’amore con lui. In quel periodo avevo un lavoro che mi dava molta soddisfazione e che per me era davvero importante, era la mia ancora di salvezza o almeno così credevo ma per mio marito era una delle causa del nostro mancato figlio e così mi dividevo tra i sensi di colpa. Volevo salvare il mio matrimonio, volevo un figlio, dovevo ritrovare la forza di riprovare…” Forse l’estero non sarebbe stata la soluzione, forse sarebbe stata un’altra delusione, forse davvero io e Antonio non saremmo più insieme oggi, non saprò mai come sarebbe andata perché quel figlio è arrivato da solo, inatteso e imprevisto.

11 Commenti

Balene arenate

Pubblicato il 24 marzo 2009 da pontitibetani

[...]Arenate come a dire incastrate in una arena, una pubblica piazza?
Allora si, ci sono occasioni in cui mi ci sento un pò, e nello specifico è da un pò che mi ci sento.
Dopo la nascita di E. ho

2 Commenti

Moby Dick, il capitano Achab e la lezione antispiaggiamento

Pubblicato il 22 marzo 2009 da piattini cinesi

[...] D’accordo, ora tocca a me.
In fondo l’ho lanciato io il tema della balena arenata, o no?
E si sa che quando uno lancia questi temi non è mai per caso. Perché di spunti presi dall’attualità a cui attingere ce

6 Commenti

Quando la stanchezza si moltiplica per due

Pubblicato il 20 marzo 2009 da valewanda

[...]“Signora, congratulazioni, lei è incinta!”
“Grazie!”
“Però Le devo dire che la gravidanza è a rischio…”
“Oddio…”
“E le devo anche dire che non è uno solo…”
“Come?”
“Eh sì, avrà due gemelli!”
“…”
Eh sì, quando Valewanda ebbe la

7 Commenti

La felicità è amare il tuo lavoro

Pubblicato il 20 marzo 2009 da Chiara 2

[...]Ci pensavo ieri, dopo essere stata per una bella giornata seduta al tavolo ovale insieme a tante donne appassionate e intelligenti: come dice John Turturro in uno dei suoi primi film (“Mac” per i cinefili), la felicità è amare il

3 Commenti

La prognosi è riservata

Pubblicato il 18 marzo 2009 da Marilde

“La prognosi è riservata”. Così disse il pediatra che aveva visitato i miei figli nati da poche ore. Aprì la porta della stanza in cui oltre a me c’erano altre due madri e a voce molto alta domandò: ”Chi di … [...]

6 Commenti

Naufraga :)

Pubblicato il 18 marzo 2009 da mammamanga

Ci ho pensato tanto prima di scrivere
Però spesso sento la necessità di parlare del periodo in cui mi sono sentita persa, arenata.
Credo proprio che sarò un po’ prolissa, quindi vi prego in anticipo di perdonarmi :)
Ho conosciuto… [...]

16 Commenti

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative