La mia frittata di maccheroni!

Pubblicato il 31 gennaio 2012 da Flavia

Credo che il solo fatto che io posti una ricetta possa posizionarsi a metà tra il guerrilla marketing e la rubrica comica, ma ho deciso di fare un grande passo, e nel dubbio, per serietà, la pubblicherò nel reparto humour.
Si tratta di una cosa tipicamente partenopea, una delle poche ricette della mamma che ho tenuto a mente e riesco (tranne quando dimentico completamente il sale) a replicare.

Ecco a voi dunque LA FRITTATA DI MACCHERONI. Innanzitutto, se siete al Nord, sappiate che anche se si chiama così si fa con gli spaghetti. Non fate come la tata genovese che avevo in Inghilterra, la quale prendendo il mio brief alla lettera usò i rigatoni e mi rovinò il rientro a casa dall’ufficio alle nove di sera, io che – distrutta -  già me la pregustavo.
Potrei cominciare, se siete un pochino basic come me, a dirvi che intanto potete anche mettere l’acqua sul fuoco, particolare che mi serviva solo per mostrarvi le ochette.

Poi dovreste preparare quattro uova, sale e pepe qb (aaaaaa! ho scritto qb!), parmigiano, e se vi va una variante più saporita anche un po’ di pecorino. Quanto? Boh, a occhio. Più o meno tutto l’intruglio si presenta così.

Quando l’acqua bolle (ma va’?) calate gli spaghetti, i quali per ottenere sei buone porzioni dovrebbero essere, diciamo, 400 grammi. Come vedete sono una tipa precisa.

La regola che io ricordavo diceva  un uovo per ogni 100 grammi di pasta, ma dopo aver scattato la foto, siccome storicamente la mia frittata non è mai venuta proprio-proprio identica a quella di mia mamma, e l’uovo se ne andava sempre un po’ per fatti suoi da un lato, mi sono presa un rischio (ma un calculated risk, anyway) e ne ho aggiunto un altro. Direi che è stato un fattore critico di successo oggi, per cui tornate sopra e cancellate: non sono più quattro, sono cinque uova.

Nel frattempo gli spaghetti arrivano a metà cottura, e mi raccomando metà, quindi molto al dente, e voi allegramente li scolate (ma una vera chef dirà “scolate”? mi sembra tanto vulgaire). A quel punto si pone LA sfida: come mischiare l’uovo freddo e la pasta bollente senza provocare l’effetto grumo de carbonara. Ecco il trucco delle mia mamma: non va versato l’uovo sulla pasta, ma un pochino di pasta nell’uovo. Mi spiego, perchè non è così banale:  le due entità aliene vanno fatte acclimatare e abituare l’una all’altra a poco a poco. Prendiamo una bella forchettata di spaghetti, la passiamo nell’uovo, poi la riportiamo nella pentola dai suoi colleghi, come per dire: “uagliu’, non vi spaventate, st”ov’ so’ simpatich’”.

Dopo qualche avanti e indietro di questi convenevoli siete pronti per il grande passo, il matrimonio, e poi via subito in viaggio di nozze in padella (dove avrete scaldato un filo d’olio). Il versamento deve essere rapido e uniforme, ecco, fate in modo da creare un bel mucchio regolare e rotondo di spaghetti, incasando un po’ nei lati con la cucchiarella, come se gli steste rimboccando le coperte.

A questo punto, dopo un po’ di trattamento a fuoco medio, un certo odore di bruciaticchio (ma leggero eh) e un fil di fumo che uscirà dalle parti basse vi avviseranno che è ora di girarla. Ognuno ha la sua tecnica, su questo non mi pronuncio. La mia è sempre condita da una buona dose di improperi, ma alla fine ci riesco. Se non amate il rischio del bruciaticchio potete controllare ogni tanto alzandola con una forchetta, se vi riesce, ma vi consiglio di farla colorare bene, per poter godere poi della croccantezza degli spaghetti dello strato esterno.

Cosa? Quant’era il diametro della padella? ma siete pazze, non lo so assolutamente.

Ecco, ci siamo, pronta in tutto il suo splendore, e persino con un tocco ambient. Provatela, e se vi chiedono da dove viene l’idea, rispondete che ve l’ha data una scugnizza che si batte per la frittata libera.

22 Risposte per “La mia frittata di maccheroni!”

  1. Lucia scrive:

    Il testo è geniale, le foto invitanti: non è che diventi fudbloggah??!

  2. supermambanana scrive:

    uuhh, ma pure mia nonna la faceva (con la pasta scallata avanzata dal giorno prima pero’)

  3. silbietta scrive:

    Questo è uno di quei piatti che mi piace assai!! :)

  4. Chiara scrive:

    Geniale, davvero.

  5. Flavia scrive:

    potrei diventare fubblogga da cabaret….

  6. Chiara scrive:

    “Ma siete pazze, non lo so assolutamente” e il petting fra uova e spaghetti mi faranno ridere fino a dopodomani…

  7. Barbara - mfc scrive:

    Non dirò che mi interessa la ricetta, né che proverò a farla. Dico solo bugie assolutamente necessarie.

    Dirò solo che condivido la lotta per la frittata libera. :)
    bello!

  8. Biancume scrive:

    profumi di casa.
    la frittata di maccheroni rientra nella mia personale classifica di piatti preferiti ma faccio outing, a me piace anche con i maccheroni ;-)
    grazie a Chiara che mi ha portato fin qui (come sempre del resto), ti seguo come pollicino con le briciole :-)

  9. Mammamsterdam scrive:

    Flavia, pintala di fare le manfrine. Se conosci persino l’effetto carbonara non ci riesci a convincermi che non sei capace. fra un po’ ci spieghi persino la reazione di Maillard, scommetto.

  10. Mammafelice scrive:

    Comunque, a dispetto della fama che ti precede, io noto un certo stile in cucina, e anche nella scelta degli utensili. Voglio seguire il tuo corso di cucina online, lo fai? :P

  11. Flavia scrive:

    Maillard??? chi era costui!!!
    MF, ho pochissimi utensili ma mi piace il look :) beh, a parte la caduta sulle ochette. corso di comic kitchen online, quando vuoi :)

  12. Isa scrive:

    non c’è da dire, quando si ha talento, si ha talento!

    Scrivi molto bene! ;-)
    hihihhhihhihii

    Post stupendo! Grazie per aver “liberato” questa ricetta! :)

  13. roberta scrive:

    buona!
    mia mamma (napoletana anche lei) la fa sempre con la pasta avanzata.
    mi ha fatto piacere leggere questo tuo post.
    r

  14. Francesca scrive:

    sono un po’ confusa…quante uova? quanto pecorino? che tipo di padella??? faccio ad occhio?
    Francesca FpC

  15. Jolanda scrive:

    Non posso non provare questa ricetta. Già una frittata che contiene spaghetti e si chiama “di maccheroni” mi sta simpaticissima! E sarà pure buona.

  16. Ecco, io da brava polentone l’avrei fatta con i maccheroni, al massimo le mezze penne. Sicuro! ;-)

  17. odile scrive:

    ahhaahahah adoro il modo in cui hai scritto!!!
    fantastica!

  18. Flavia scrive:

    francesca tutto QB! vai tranqui!
    @polentone: ma che razza di infanzia avrete avuto, senza la fella di frittata di maccheroni sulla spiaggia??
    la prelibata pietanza viene citata anche da Tony Tammaro in “Patrizia”, la reginetta di Baia Domizia: “in mezzo agli ombrelloni/stringevi nella manA/ la tua frittata di maccheroni”
    oddio che mi avete ricordato.

  19. mamma papera scrive:

    he bell la frittataaaaaaaa di spaghetti, in sicilia la chiamavamo così, e mia mama la faeva con la pasta avanzata, beu rucordi
    baciotti

  20. bietolina scrive:

    Ahhhh che voglia mi fa :P


Trackbacks/Pingbacks

  1. [...] di Mamma economica; 22. Panini al cioccolato di Caia Coconi; 23. La Frittata di maccheroni di Veremamme; 24. I biscotti di Simo di NatixDelinquere; 25. I biscotti al cocco e lasagne di omelette di Franci [...]

Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative