Catalogato | Rifletti con la coach

Cosa mi manca?

Pubblicato il 19 maggio 2011 da Flavia

Ciao, ho letto i consigli del coach e mi sono ritrovata : è la mia
storia … una laurea, un master e poi il fossato. Oggi ho 49 anni, 2 figli
(18 e 11 anni), e non mi arrendo ma forse sbaglio qualcosa o sono troppo
“vecchia” ?
Mi potete dare un consiglio: ho fisso in mente il mio obiettivo
principale che è l’indipendenza soprattutto economica; idee ne ho avute
ma non sono riuscita a realizzarle: cosa mi manca ?

Maria Teresa

————————————–

Cara Mariateresa,

la tua è in un certo senso un’età d’oro: energia, capacità e meno impedimenti per figli piccoli. Quindi non solo non sei  troppo vecchia ;-) ma sei anche al massimo del tuo potenziale!

Vuoi un consiglio? Sai che il coach non può darne ;-)

Allora chiedi cosa sbagli. Beh qui posso solo fare delle ipotesi che mi vengono dopo la lettura delle tue poche parole. Vediamo un po’. Forse il tuo obiettivo, l’indipendenza economica, è esplicitato, almeno per noi coach, in maniera ancora troppo vaga.   O forse devi ancora lavorare per rendere le tue idee veri e propri progetti. O ancora potrebbe essere che il tuo obiettivo principale sia poco allineato con altri tuoi obiettivi che comunque persegui. Fuochino?

Ioia

3 Risposte per “Cosa mi manca?”

  1. Flavia scrive:

    Sì, 49 anni sembra proprio un’età di ripartenze!
    Aggiungo al commento di Ioia che forse devi chiederti cosa veramente ti motiva e ti appassiona. Avere un’idea e stabilire un obiettivo non è sufficiente, se poi non si accompagna con una forte volontà.. Spesso pensiamo di volere qualcosa e invece nel profondo non siamo veramente convinte, nascondiamo paure e incertezze. Perchè?

  2. Arianna scrive:

    come la capisco, io lavoro da 20 anni in un posto che non sopporto, ma che mi dà un buono stipendio ed il pomeriggio libero per stare con i figli. ora vorrei tanto cambiare, ho 43 anni, se non ora quando ??? Avrei trovato un b&b da rilevare, dove realizzare le mie aspirazioni professionali, ma sono terrorizzata dal fare il grande passo, dal certo all’incerto, da uno stipendio sicuro ad un reddito ipotizzato….non riesco a decidermi ma allo stesso tempo ho paura dei rimpianti…che presto arriveranno se non mi muovo !!! Perchè non ce la faccio ???

  3. Flavia scrive:

    Ciao Arianna, io l’ho fatto e non ti nascondo che è dura. ma se hai la passione che ti sorregge la tua forza starà nella motivazione. Devi mettere nero su bianco il business plan del tuo b&b, devi mettere in conto un periodo iniziale in cui investirai più di quanto ricaverai e calcolare quanto tempo puoi resistere senza stipendio, per poi “rientrare” economicamente. Forza, ogni grande progetto inizia con piccoli passi concreti, buttala sul pragmatico al massimo e le ansie si ridurranno.Fatti aiutare nel progetto, attiva amicizie e conoscenze, cerca qualcuno con cui condividere dubbi. Hai in te tutte le risorse, devi solo attivarle. Ultimo incoraggiamento: non farlo per la paura del rimpianto un domani, ma per una leva positiva che trovi oggi. Fammi sapere!


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative