Adso, ripassa tra un 10 anni dai

Pubblicato il 25 maggio 2011 da zio Burp

Così, dicevamo qualche giorno fa, io sono quello che cena con il telecomando in mano. E, ladies & gentlemen, io mixo. Sissignore: su e giù col cursore del volume, senza mai toglierlo del tutto ma solo omettendo, mescolando, confondendo le acque sonore della nostra famiglia che cena tranquilla.
Poi con la pratica si maturano tecniche più raffinate. A volte basta un solo colpo di tosse ben azzeccato sulla parola rischiosa et voilà. Naturalmente è una tecnica che se ben sviluppata si adatta a qualsiasi interazione col mezzo tv. Dal documentario sui leoni, che all’improvviso… si accoppiano, ad Alberto Angela che mi parla del diario di Anne Frank e ci mette dentro “i comprensibili turbamenti sessuali della pubertà”. Certo, ci vuole attenzione, previsione e destrezza per operare questa sorta di “censura” preventiva.

A volte ci vuole anche tempismo e scatto felino. L’estate scorsa al mare avevo scelto di guardare insieme ad Alice un pezzo de “Il Nome della Rosa”: almeno l’inizio te lo mostro poi vai a nanna e il resto lo vedi da grande… Non mi ricordavo che la scena di sesso fosse già nella prima parte del film. Quella scena di sesso. Me la ricordavo come una di quelle scene che mi imbarazzai a vedere al cine. Ed ero già ampiamente maggiorenne. Ma il battesimo sessuale del giovane Adso – che Eco superbamente descrive solo con versi e immagini sacre – nel film è talmente animalesco, nella sua esplosiva sensualità, che risulta impossibile da spiegare a una bambina. Così con gesto goffissimo mi sedetti sul telecomando e passai i 5 minuti successivi a farmi dare del pirla da mia figlia perché prima avevo cambiato per sbaglio il canale e poi avevo toccato qualcosa per cui non tornava più il segnale. “Devo aver toccato qualcosa che… insomma non so come si fa a rimettere il film, forse è un problema all’antenna. Dai vai a nanna tanto lo vedi da grande”.
Lo vedi tra un 8-10 anni, ecco.
Insomma quella volta lì, mi presi del pirla volentieri.

3 Risposte per “Adso, ripassa tra un 10 anni dai”

  1. Flavia scrive:

    Mamma mia che stress! quasi quasi ci conviene restare perennemente ai cartoni (cioè, a Tom & Jerry, chè qua pure ben ten forza aliena ci dà gli incubi)

  2. giorgio scrive:

    Caro papà blogger

    hai toccato un tasto dolente: ma tutti ci siamo passati! mio figlio mi becca subito se c’è una scena di nudo.

    A 8 anni sa ormai tutte le parolacce e appena ce n’è una in un film mi rimprovera pure (però ripassa :-)) il fetente!!

    Dura la vita del genitore ! ma è vero che così diamo ai nostri figli un’educazione al bene e al male.

    Poi ognuno di loro farà le proprie scelte

  3. Francesco scrive:

    Christian Slater quando ha girato quella scena aveva 17 anni non ancora compiuti. Bravissimo.


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative