Catalogato | Rifletti con la coach

Reinventarsi per ripartire

Pubblicato il 01 maggio 2011 da Flavia

http://www.veremamme.it/wp-content/uploads/2011/05/reinventarsi-puig1.jpg

Cara Flavia, ho 49 anni, una lunga vita lavorativa alle spalle, e due figli relativamente piccoli per la mia età (6 e 8 anni). Lavoro a turni, quindi faccio le notti, i sabati, le domeniche, le feste, con un marito che lavora nella mia stessa azienda e ha orari analoghi. La cosa comincia a pesarci tanto, nella nostra vita non esistono tempi per la famiglia. Come si reinventa una donna della mia età, dove si rivolge per rivoluzionare la sua vita lavorativa, secondo te?

Isabella

Cara Isabella, intanto per darti qualche consiglio più preciso sarebbe utile sapere in quale settore economico lavorate tu e tuo marito. Inoltre la tua storia è piuttosto sintetica e, a parte un condivisibile desiderio di trovare un’organizzazione più rispettosa delle esigenze della famiglia e quindi più tempo per voi e per i figli, non ci spieghi molto di questo desiderio di “rivoluzione”.
Ho girato la tua domanda alla nostra coach ma intanto è da qui che partirei: che cosa desideri per te, innanzitutto? Cosa ti piace fare e in cosa, avendo accumulato anni di esperienza, pensi ormai di essere brava? E poi, hai dato per scontato che a “reinventarti” debba essere tu oppure è un obiettivo discusso nei dettagli e condiviso con tuo marito?
Il primo passo è stabilire questo obiettivo, meglio se insieme. E poi attivare alcune risorse. Quelle che mi vengono in mente sono innanzitutto la formazione e il networking. La Rete è ricca di iniziative qualificanti dal punto di vista professionale ma soprattutto in grado di metterti in contatto con persone e punti di vista nuovi. Raccontaci qualcosa di più e potremmo approfondire qualche esempio, che ne dici?

2 Risposte per “Reinventarsi per ripartire”

  1. Ioia scrive:

    Cara Isabella, leggo e concordo con Flavia che, per darti qualunque suggerimento, forse abbiamo un po’ poche informazioni . Però io son coach e quindi siccome suggerimenti non ne posso dare mi limito a fare qualche piccola considerazione per aiutarti in una ulteriore riflessione.
    La prima è legata al desiderio di cambiamento. Si tratta di un desiderio sano e piuttosto frequente in donne sensibili ed intelligenti della nostra età (abbiamo un anno di differenza ed un bimbo coetaneo). E’ una bellissima cosa che se vissuta costruttivamente porta sempre al successo.
    La seconda riflessione è invece in merito alle parole da te scelte ed utilizzate: “rivoluzionare” e “reinventare”. L’effetto che hanno prodotto su di me è stato più o meno “acch, devo ripartire da zero, oh mamma mia! Come faccio?”
    Hai già pensato che alla nostra età potremmo anche capitalizzare e non ricominciare daccapo? E se tu pensassi più semplicemente ad un’evoluzione anziché ad una rivoluzione?
    Quando lavoro coi miei coachee in situazioni analoghe alla tua spesso la domanda di partenza è più o meno questa “come vorresti che fosse la tua vita quando avrai fatto il cambiamento?” Poi li invito a descrivere la situazione futura in maniera abbastanza dettagliata, dando anche un valore ai cambiamenti desiderati (da 1 a 10 quanto è importante ….?) Scriviamo tutto.
    In questa fase puoi anche permetterti di “sognare” un po’ ;-)
    Poi verifichiamo lo stato attuale e identifichiamo cosa già abbiamo a sufficienza, cosa vogliamo aggiungere o modificare ecc.; di solito si scopre che abbiamo già tanto e non è poi così necessario fare cose pazzesche.
    Il passaggio successivo prevede la predisposizione dell’elenco di tutte le risorse che hai a disposizione per raggiungere la situazione desiderata: cosa è già funzionale? Cosa e/o chi ti aiuta o potrebbe farlo? Quali sono le tue competenze ed abilità sulle quali puoi far leva? Come puoi impiegare tutte queste tue risorse per dirigerti verso la tua meta? Cosa ti manca e dove/come puoi procurartelo?
    Già, dirai, facile a dirsi! In effetti si tratta di un lavoro abbastanza complesso, ma non difficile. E’ opportuno dedicare il tempo necessario a predisporre le cose nel modo più appropriato, d’altro canto c’è in gioco il futuro tuo e dei tuoi cari.
    Hai chiesto a chi rivolgerti: Flavia ti ha suggerito un libro, potrebbe offrirti spunti interessanti. L’alternativa è rivolgerti ad un coach che ti supporti in questo passaggio. Se hai bisogno di qualche segnalazione facci sapere.
    In bocca al lupo
    Ioia

  2. Flavia scrive:

    Il commento di Ioia è utilissimo per chi passa di qui e ha una storia simile. Isabella invece ci ha scritto in privato per condividere maggiori informazioni sulle sue esperienze professionali, e vi scorgo delle competenze forti e delle bellissime opportunità. Grazie per esserti messa in contatto e speriamo di poter leggere presto il tuo seguito!


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative