Catalogato | Flavia blog, VereMamme

Lavori in corso

Pubblicato il 19 novembre 2010 da Flavia

Da qualche tempo ormai, come qualcuno di voi sa già, sono iniziati i lavori per rinnovare e trasferire VereMamme. Sono un po’ interdetta perchè quello che altri blog hanno realizzato in un modo che mi è sembrato fulmineo, riconvertendosi in bellissimi siti, a me sembra un’opera immane, anche se sono in ottime mani…Boh. Ma a parte la necessaria pulizia e ristrutturazione della “creatura” cresciuta finora un po’ selvaggiamente, non posso non approfittare per chiedervi: voi, come lo fareste? Quali cambiamenti, miglioramenti, stravolgimenti di forma e contenuti suggerireste? Non posso certo predicare il marketing della conversazione e della collaborazione e poi non applicarlo ad un progetto del genere, giusto? A voi la parola quindi. Tutte le critiche saranno utili. Grazie in anticipo!

9 Risposte per “Lavori in corso”

  1. Silvietta scrive:

    ciao Flavia!
    che domanda impegnativa.. diciamo che fossi io non lo farei perché non ho la tua energia né la tua esperienza ;-) però volentieri ti lascio una lista di quello che mi piace e di quello che non mi piace di questa versione del sito.

    PIACE
    i tuoi confessionali
    la scuola di coaching
    le tue "lezioni" su felicità/priorità/marketing/conversazione ecc.
    il blogcafé come luogo plurale
    il fermento di idee
    l'idea di ragionare assieme in maniera diversa sulla maternità (abbasso i sensi di colpa, per intenderci ,-)…
    il punto di vista professionale (concordo che TTV è diverso da VM ma nello stesso tempo il cervello è lo stesso, allora mi piace quand'è chiaro che sono magari due facce, ok, ma della stessa medaglia)

    NON PIACE
    La dispersione di notizie – è difficile ritornare sugli argomenti, a volte ne trovo per caso qualcuno che non ricordavo: ci sono troppi canali, troppi percorsi: in alto, a destra, a sinistra,… (boh, forse è normale)

    ogni tanto, la sensazione di vortice… vai troppo veloce per me ,-)

    insomma, in sintesi. adoro i contenuti, fammeli trovare in maniera semplice e, se puoi riproponimeli!

    a presto s,

  2. Flavia scrive:

    GRAZIE Silvietta… sei così perfetta che ti "sfrutto" un altro po' (attenzione, che ho detto! per i nemici della conversazione questa è una vera confessione, LOL!)
    - per "confessionali" intendi i post più personali? ;)
    -per quanto riguarda i contenuti, in che modo vorresti che fossero "riproposti"? con dei link ad ogni post tipo "vedi anche.." o basta che siano facili da ritrovare?
    - per quanto riguarda l'aspetto dispersivo della navigazione: hai ragionissima, non andava per niente bene, ed è proprio quello il motivo pricipale che mi ha indotto a rimetterci mano…

  3. Flavia scrive:

    oh, dimenticavo l'ultima domanda: il vortice?! oddio. ma intendi lo stile di comunicazione e scrittura (quello è difficile mutarlo) oppure la quantità di post/iniziative?

  4. Silvietta scrive:

    eccomi ripescata! stavo per perdermi le tue domande!
    allora, con ordine. intanto.. ma che perfetta?!?!?! ;-) confusa e confondente anch'io!!!

    - confessionali
    si, i tuoi confessionali sono i post più personali in cui esce fuori la passione che ti motiva (come dice radio24, la passione .. ssi sente) se no si rischia un po' la "predica dal pulpito" (definizione che prendi con le pinze, vero? non è un'immagine che associo a tre ;-) ) mentre condividere pezzi di strada con qualcuno più forte ma anche a volte pin difficoltà è molto bello

    - riproporre
    tutte e due le cose ;-)
    cioè: mi piacerebbe che fossero chiari alcuni percoorsi da seguire (che so coach oppure "ironia e prendersi in giiro – da piattini a raperonzolo "- oppure appunto "crescere con passione" oppure "sfatare i miti della maternità – vincere i sensi di colpa" oppure "lavorare ed essere mamma missione impossibile?" va bè insomma, mi sono spiegata, credo, i titoli sono tutti tuoi ;-) ) e poi due generi di link. quelli con il lobo destro e quelli con il lobo sinistro ;-) scherzo, non sono impazzita, però penso che ci siano collegamenti rettilinei (che soo, tra un post e l'altro sul lavoro e altri più emotivi ma non per questo meno importanti – che so, uno arriva al percorso coach e lavoro e al termine trova un link su vincere i sensi di colpa … o su un tuo particolare passaggio personale…..

    - dispersione
    con questi consigli è assicurata ;-D no, volevo dire, sono contenta che tu ci rimetta mano, davveroo quello che penso è che qui dentro VM c'è un sacco di roba che io ogni tanto vorrei rivedere ma poi mi manca il tempo o altro, quindi la richiesta di un po' di ordine è assolutamente egoistica!! ah, ecco, perché non proporre newsletter tematiche (sui temi visti sopra) che – per dire – ti propongano 12 post (uno alla settimana per tre mesi) su un percorso più consolidato – il coach o la professionalità appunto, sul fondo di ciascuna della quale proporre che so un esercizio individuale (che me lo penso nel mio privato) un qc da condiividere nei commenti o nel blogcafé attinente e poi, appunto, un link più emotivo. poi al termine dei 12 post … ci sono gli altri percorsi tematici… troppo scolastica?

    - vortice
    ovviamente la quantità di iniziative. per sopravvivenza io sto scegliendo – come penso tutti – di non agire in ogni direzione ma di concentrare i miei sforzi per obiettivi. e così ci sono cose che faccio solo in determinati momenti o giorni o solo determinate ore se ho finito tutto il resto. allora – e dinuovo egoisticamente – mi è difficile seguirti in tutto, ma vorrei seguirti BENE in quello che è il mio -ma magari anche il tuo canale del momento.

    chissà. forse non sono la sola ….

    spero che siano tutte cose comprensibili, ovviamente è casa tua e sono sicura che qualunque cosa deciderai sarà per il meglio ;.-) fammi sapere, stavolta mi segno per l'email!!
    un bacio
    silvietta

  5. Flavia scrive:

    Chiacchierare con te Silvietta è un vero piacere, mi conferma che la qualità è sempre molto meglio della quantità ;) e non hai idea di quanti spunti preziosissimi mi hai dato. Inoltre, dal punto di vista strettamente personale, è molto bello quello che dici sui momenti di confessione, su cui mi sono sempre interrogata… Spesso mi sono chiesta che coerenza ci fosse nel parlare di life coaching e poi scoprirsi agli altri, sempre così instabile… ma mi hai dato un bellissimo punto di vista. Nella stessa ottica vedrò anche i momenti (molto umani e non proprio rari) in cui ho sbroccato e ho litigato con qualcuno, in rete o fuori. Me li hanno rimproverati, mi sono rimproverata molto, ma ora mi assolverò e andrò avanti – e tu ed io sappiamo bene cosa significa…;)

  6. Paola scrive:

    [Zen Mode: On]
    Cara Flavia,

    come sai, sono profondamente convinta che l'identità "digitale" abbia a che fare più di quanto si possa pensare con quella "reale". Nel ridisegnare l'una, inevitabilmente, si mette mano anche all'altra: nel chiarire, distribuire, organizzare la prima si fanno i conti con le componenti molteplici e non sempre collimanti della seconda.
    Nella storia del web, che solo qualche anno fa sembrava fondata sull'equivoco dell'identità personale, si è infine affermata la più diretta corrispondenza tra il reale e il virtuale (per usare ancora una parola obsoleta). Ma se ti attenessi solo a questa, rischieresti di riflettere in Rete un'immagine tanto complessa quanto confusa. Sai che questo secondo me è stato il rischio maggiore corso da VereMamme, e la radice nella quale si sono potuti innestare anche attacchi strumentali (come quelli contro la "contaminazione" da marketing).

    Mi piacerebbe, insomma, che il nuovo sito nascesse sotto il segno della chiarezza: che facesse capire immediatamente a chi lo visita qual è il suo obiettivo, il suo "so what". Il fatto di avere convogliato in parte le conversazioni "professionali" su TTV aiuterà non tanto a distinguere dimensione privata e pubblica, cosa che non sarà mai veramente possibile (né auspicabile!), ma a mettere a fuoco con più nitore lo scopo di VM.
    La domanda principale che ti faccio, che secondo me dovresti farti, e fare a questo portale così cruciale non solo per te, ma per una intera comunità di mamme, è perciò: perché? Perchè veniamo qui? Cosa ci aspettiamo che venga fuori da queste pagine? E quindi: che forma devono assumere, perché questo scopo venga realizzato al meglio? Quali sono i percorsi preferenziali da spianare, per renderlo raggiungibile?

    Attenzione: non sto dicendo che VM e TTV non debbano avere punti in comune, o negare di essere stati generati da uno stesso progetto di fondo. Secondo me anzi la loro "parentela" sarà e deve restare sempre chiara, e tradursi nel primato della narrazione. Nell'uno come nell'altro caso, si dovrebbe continuare a parlare soprattutto raccontando: raccontando storie di marche, di persone, di idee, ma sempre nell'ottica del "sensemaking", di quella costruzione del senso che tiene avvinta questa comunità, a prescindere dagli ingredienti che ciascuno dei suoi membri ritiene di dover aggiungere per riconoscersi in essa. Come io, e tante con me, vorremmo continuare a fare: è la nostra richiesta principale a te e a VM.

    [Zen Mode: Off]

    (beh, per essere una spina nel fianco mi pare di aver punto abbastanza… :-))

    Paola

  7. Flavia scrive:

    Paola, anche tu, voli davvero alto. Racclgo tutti i tuoi punti e ti ringrazio per la riflessione sul "fare senso" che accomuna VereMamme e The Talking Village. Non so, guardandomi attorno e cadendom,i spesso le braccia, quanti sono quelli in grado di seguirci su tutto questo. Ma le donne come te, anche se poche, sono quelle che mi fanno resistere alla tentazione (lo confesso, c'è stata e ci sarà spesso) di mollare tutto.
    la domanda fondamentale nel sensemaking di qualsiasi cosa, nel marketing come dare significato a oggetti o azioni: what's in it for me? e' il tuo
    "perché? Perchè veniamo qui? Cosa ci aspettiamo che venga fuori da queste pagine? E quindi: che forma devono assumere, perché questo scopo venga realizzato al meglio?"
    è proprio quella a cui voi dovrete rispondere!! ho sempre interpretato questo spazio non (solo) come mio, ma vostro, proprio per questo. quindi dimmi cosa ti piace e cosa ti aspetti di continuare a vedere. (anch'io sono una spina nel fianco)

  8. Paola scrive:

    Dunque, cerco di entrare nel personale, sperando di essere più efficace:

    - Perché io vengo qui? Perchè trovo una pluralità di voci, cui aggiungere la mia, che raccontano storie di madri:
    MA non sempre riesco a distinguerle le une dalle altre;
    E, soprattutto, non sempre riesco a distinguere la tua, né capisco se gioca un ruolo comparabile a quello di un conduttore in uno show, di moderatore in una tribuna politica o di concorrente in un quiz :-).

    (Ad esempio, io adoro il Blog cafè, ma non sempre riesco a ritrovarlo, sommerso dal resto del "veremammismo"; nel quale, a sua volta, non riesco a discriminare gli spazi "collettivi" da quelli "dedicati", vale a dire quelli in cui il gioco è libero da quelli nei quali c'è almeno un arbitro con la palla in mano che fa partire il gioco).

    Tornando a quello che dicevo a proposito della "reason why", non sempre mi è chiara la differenza di intenti tra le varie sezioni: le incursioni della coach sono ben altra cosa dal diario di una maternità, ma per come vengono annunciate e rese rintracciabili dal sito rischiano di confluire in un unico flusso (che non è la conversazione, è una gran confusione :-))

    In definitiva, su VM vorrei trovare quasi tutto quello che già c'è, ma con una riflessione ulteriore sulla parte più strettamente attinente al marketing della conversazione: non perchè sia necessario distinguere vita e lavoro, ma sempre per una "pulizia" di scopi e obiettivi (cosa si aspetta chi viene qui a parlare di brand? se si aspetta di trovare la tua expertise nel campo "tradotta" in mammesco, basta una sola allusione a TTV; se invece ti aspetti di essere letta – e "scritta"! – solo da chi ne sa nello specifico, cambia tutto). Ma questo "quasi tutto" lo vorrei più "pettinato", con molte etichette in meno e più rispettate: con un menu di navigazione unico, e attendibile, invece di te o quattro menu che si fanno concorrenza a vicenda, senza che rendano possibile riuscire a risalire alla fonte di ogni informazione.

    Non so se sono riuscita ad essere più "concreta", me lo auguro…

  9. Flavia scrive:

    sì sì' altrochè:) e grazie. Anzi mi sa che vi sottoporrò l'area test del nuovo sito!


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative