Catalogato | Flavia blog

Tags :

Innamorarsi

Pubblicato il 02 settembre 2010 da Flavia

“Passo’ la schiera dei cavalieri senza cuore…” – inizia a leggere papà.

(“Veramente questa parte glie l’ho già letta io sere fa.. puoi andare avanti…” -  io dall’altra stanza)

“Non fa niente, la rileggiamo. Non se la ricorda…” e papà continua: “Il loro cuore si era raffreddato e inaridito… Perchè non si diventa cattivi all’improvviso, ma a poco a poco. Il cuore si ammala e muore, e alla fine non distingue più tra cosa è bene e cosa è male.”

“Aspetta. Sai come si fa papà, a non far raffreddare il cuore?”

“Come? Coprirlo bene?”

“No. Bisogna innamorarsi di qualcosa, avere una passione”

(si ricorda tutto quello che abbiamo detto… altrochè…ed è serissimo, convintissimo…)

“E’ vero. Innamorarsi di qualcuno o di qualcosa”

“Qualcuno… come mamma!”

(Ommioddio..)

Sei e tre anni sono stati il mio personale spartiacque. Esco da sola con loro due, con piacere. Cerco la loro compagnia (“vado in palestra ora e poi vi porto dopo a prendere il gelato, oppure andiamo ora al parco? io preferirei la pri…” “Parco E gelato!!!” “Ecco. Dicevo appunto, parco e gelato”).
Quando il piccolo mi fa discorsi completi e mi prende per mano per portarmi a vedere qualcosa mi commuovo quasi al contatto, fisico, verbale, totale.

O è l’età (la loro, la mia, non so) o nel mio quartiere devono aver messo dosi massicce di ossitocina nell’acqua.

8 Risposte per “Innamorarsi”

  1. piattinicinesi scrive:

    guarda, personalmente me ne sono accorta due anni fa che questa è l'età più bella, e sono contenta di essermene accorta. la fatica è diversa, c'è i divertimento puro e il piacere di stare insieme. loro ti adorano e la preadolescenza è lontana. approfittane. io sono sulla curva alta della gaussiana, pronta a precipitare su un fiume di ormoni e brufoli, e bella ma'

  2. Flavia scrive:

    sì. ne approfitto!!!

  3. Mamma Cattiva scrive:

    Piena sintonia. Sono anche io allo spartiacque e siamo reciprocamente innamorati. I nani parlanti sono il massimo! Per dirlo io…;)

  4. Chiara scrive:

    Io pensavo che tre fosse lo spartiacque, ma poi ho scoperto i cinque del primo e mi sono ricreduta.
    Cose tipo la ragionevolezza "No, un altro Bakugan non puoi averlo, dobbiamo aspettare Natale". "Daccordo, mamma" mi sembrano veramente una conquista inimmaginabile!!!

  5. Ondaluna scrive:

    Ecco, queste sono le parole che mi ridanno la "speranza"! :-D
    Scherzi a parte, sono contenta che tu abbia "superato il valico". Goditelo.

  6. M di MS scrive:

    Core!
    Noi invece abbiamo iniziato a parlare di DIO.
    Non gli ho ancora detto nulla di religione, cattolicesimo e battesimo (che lui non ha fatto). Alla fine abbiamo pensato che una risposta certa e comprensibile a 4 anni va data e non può essere la fisica quantistica. Per il momento!

  7. Flavia scrive:

    …allora sono in buona compagnia!
    @Ondaluna sono fasi molto soggettive ma l'importante è essere consapevoli che ce ne saranno tante, diverse…
    @M di MS, fammi sapere come va, così prenderemo spunto :)

  8. lastaccata scrive:

    Ooooooooooh sììììììììììììì! So di cosa parli!
    Il momento in cui ho smesso di rincorrerlo fra le automobili lanciate a 200 all'ora o quando non è stato più necessario prenderlo a colpi di ramazza per farlo andare a letto è stato l'inizio di un lungo periodo idilliaco. Fra i cinque e i sei anni ho realmente goduto di mio figlio, il suo essere finalmente una personcina e non un amabile terrorista, e il regalo di molti "sì mamma" al posto dei "no, col cavolo che lo faccio".
    E' durata un anno, ora il fetente c'ha la crisi adolescenziale. E sono da capo a dodici. Ma è stato bello, bellissimo. Quel bimbo adorarabile ritornerà. O sparirò io. Vi terrò aggiornate.


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative