Come diventare Imprenditrice?

Pubblicato il 26 settembre 2010 da Flavia

C’e’ un tormentone che mi fa ridere da pazzi ogni volta che combiniamo qualche gaffe, tipo premere 1 in ascensore quando siamo al primo e poi imprecare perchè non si muove niente, impallare la fila alla metro per cinque minuti provando a infilare il biglietto per tutti i versi possibili, e cose simili. Il tormentone è: “Cosa fai nella vita?” “L’Imprenditrice, ehm…”
Scherzi a parte, in questa risposta della nostra coach Ioia alla domanda di una lettrice vedo molte domande interessanti per chi sta seriamente pensando di avviare un’attività in proprio.

Ritorno al lavoro dopo la seconda maternità. 11 anni di lavoro nella stessa azienda e mi ritrovo declassata nelle mansioni. Ambiente freddo e distaccato da parte del capo e della moglie, che nel frattempo ha preso il mio posto nella reception. Voglio andarmene, anche se amo il mio lavoro, e cercare un’occupazione da gestire da sola. Devo solo trovare l’obiettivo giusto a cui mirare. Ho bisogno di suggerimenti, per diventare “mamma imprenditrice di me stessa”.

Erica

Cara Erica,

sento molta amarezza nelle tue righe ma non riesco a capire se il tuo “voglio andarmene e cercare un’occupazione da gestire da sola” è un desiderio autentico o una semplice via di fuga dalla situazione che ti rattrista.   Tu citi l’ambiente improvvisamente freddo e distaccato mettendolo in relazione al tuo rientro o alla tua seconda maternità, ma sei proprio sicura che dipenda da questo?

Spesso restiamo “vittime” dei nostri timori, dei nostri sensi di colpa e cerchiamo spiegazioni fra le sole nostre ipotesi senza verificarle direttamente, parlando apertamente con gli interessati, e spiegando i nostri dubbi e le nostre emozioni.

Ma  veniamo alla tua richiesta di suggerimenti (sai che il coach non può darne, vero? :).
L’attività imprenditoriale perché porti dei risultati richiede molto equilibrio, dedizione, interesse profondo, una forte motivazione all’obiettivo e, possibilmente, rispondere alla propria “missione.”  Materialmente, un budget di cui disporre da investire sul proprio progetto. Se queste cose ci sono allora vediamo come partire..:)

Come ti immagini da imprenditrice, che fantasie ti fai rispetto a te in questo ruolo? Cosa ti rende più felice fra le cose che fai? In quali occasioni ti senti pienamente realizzata? Quando senti che hai bene impiegato le tue doti,  le tue competenze?  Cosa deve avere per te un obiettivo perché sia “giusto”? Cos’è che ti viene meglio?

Queste sono solo alcune delle domande fondamentali che ti farei prima di fare qualunque passo.

Se lo desideri potrebbe esserti d’aiuto un “career coaching”, un percorso che ti aiuterebbe a trovare risposte a queste e molte altre domande, a trovare la tua direzione ed a pianificare il tuo progetto.

Ma fossi in te prima di tutto cercherei  di chiarire cos’è accaduto nella relazione fra te e i tuoi datori di lavoro. Se non altro per non incorrere nella medesima spiacevole esperienza quando sarai imprenditrice tu. Fammi sapere.
Con stima

Ioia



5 Risposte per “Come diventare Imprenditrice?”

  1. Flavia scrive:

    Beh Ioia, sappi che le tue domande servono un sacco anche a me :)
    Quello che mi rende più felice e realizzata è concepire un'idea creativa e poi vederla attuata….
    le doti e le competenze che mi fanno stare meglio sono tutte quelle attinenti alla comunicazione e alla relazione…
    ora mi faccio una lista privata delle cose che mi vengono meglio, mentre sull'obiettivo "giusto" ci devo pensare un po' (ma cosa si intende esattamente per "giusto"?)
    grazie. Flavia

  2. Ioia scrive:

    Cara Flavia, naturalmente nel "giusto" devi sapere tu cosa metterci. Non esiste nulla di più ogettivo delle definizioni "giuste o sbagliate". Per chi? In base a quali parametri? Non esistono cose giuste o sbaglate per definizione, dipende dal contesto, dalle situazoni, dai nostri obiettivi, dal nostro senso dell'etica….
    Ioia

  3. Flavia scrive:

    Nulla di più SOggettivo, penso volessi dire :)

  4. emily scrive:

    bella risposta , la condivido in pieno, da mamma da imprenditrice da donna.
    fare l'imprenditrice significa spesso lavorare il doppio e guadagnare la metà…sei pronta?
    significa che se ti prendi una maternità nessuno ti fa il tuo lavoro
    significa che le tue ferie vengono sempre dopo il lavoro e spesso nn vengono proprio
    certo che ci sono molte soddisfazioni ma spesso c'è da imparare a gestire un'ansia allucinante, soprattutto quando ci si gioca tutto quello che si ha.
    pensaci prima di lasciare un posto di lavoro, prova a capire se col tuo comportamento puoi migliorare l'atmosfera nel tuo attuale ambiente di lavoro


Lascia un commento