Catalogato | Flavia blog, featured

Tags :

Se lo ami, legalo: uniamoci per la sicurezza dei bambini

Pubblicato il 03 luglio 2010 da Flavia

Eccomi. Rientrata nel mondo delle connessioni funzionanti, mi unisco ad un’iniziativa a cui tengo molto e che ho fortemente voluto insieme ad alcuni amici speciali della Rete.

Una mattina ero in coda, come al solito. Nella fila accanto alla mia ho visto sfilare, in ordine: una mamma alla guida con accanto una nonna con IN BRACCIO UN NEONATO. Una mamma che si pettinava con un tre-quattrenne al massimo AFFACCIATO TRA I SEDILI ANTERIORI. Un papà con un bambino di quattro anni al massimo seduto al posto passeggero, con la cintura di sicurezza (bravo, bravo. Lo sai che per legge fino ai 150 cm la cintura non basta? E l’hai disattivato l’air bag? No perchè lo sai che se vai a sbattere l’air bag gli spezza il collo, lo sai vero?).

Ecco, io quando vedo queste cose scenderei dalla macchina approfittando del traffico, aprirei quelle portiere una a una ed urlerei, ma lo sapete cosa state facendo? Non escludo di farlo, uno di questi giorni: con i parti e con l’età i freni inibitori si allentano paurosamente (altro che pavimento pelvico).

Ecco cosa stiamo facendo:

- 18.500 bambini che hanno perso la vita negli ultimi dieci anni sulle strade dei 27 Paesi dell’Unione Europea
- 17.000 bambini feriti nello stesso periodo (fonte “European Transport Safety Council”)
- In Italia durante il 2009: 177 bambini feriti e 57 morti (fonte ASAP)

Quel giorno ho postato un appello su Facebook – “per favore ragazzi, non fatelo” – a cui molte mamme hanno risposto convinte. Ma non basta…. Seguendo un’idea lanciata da Farmacia Serra al Mom Camp, insieme a Genitori Crescono abbiamo detto: facciamola noi. Facciamo la nostra campagna per la sicurezza, e il nostro banner. Non c’è capriccio o urlo che tenga,  e non esiste la pigrizia dei “brevi tragitti”. Se non è ben legato questa macchina da oggi non si muove. E basta.

 Per aiutarci a diffondere questa iniziativa puoi :
– inserire il banner nel tuo blog
– condividere questo post tra i tuoi amici su Facebook, Twitter o altri social network
– parlarne con i tuoi amici e parenti con figli

Per inserire il banner, copia uno dei codici qui sotto:

I blog per la sicurezza

grande:
<a href="http://www.veremamme.it/learning-veremamme/2010/7/3/se-lo-ami-legalo-uniamoci-per-la-sicurezza-dei-bambini-1.html"><img src="http://genitoricrescono.com/wp-content/uploads/banners/sicurezzaDef.jpg" width=200px alt="I blog per la sicurezza" ></a>

piccolo:
<a href="
http://www.veremamme.it/learning-veremamme/2010/7/3/se-lo-ami-legalo-uniamoci-per-la-sicurezza-dei-bambini-1.html"><img src="http://genitoricrescono.com/wp-content/uploads/banners/sicurezzaDef.jpg" width=150px alt="I blog per la sicurezza" ></a>

 

Le classi di seggiolini previsti dalla normativa italiana sono:

Gruppo 0 – dalla nascita a 10 kg – dalla nascita fino a 9 mesi circa
Gruppo 0+ – dalla nascita a 13 kg – dalla nascita fino a 12 mesi circa
Gruppo 1 – da 9 a 18 kg – da 8 mesi a 4 anni circa
Gruppo 2 – da 15 a 25 kg – da 3 a 6 anni circa
Gruppo 3 – da 22 a 36 kg – da 5 a 12 anni circa

I seggiolini devono essere posizionati contromarcia fino a 9 chilogrammi di peso, e raccomandiamo di disattivare l’airbag nel caso il trasporto avvenga sul sedile anteriore, mentre dal decimo chilo in poi il seggiolino potrà essere alloggiato nel senso di marcia.

Fino a 18 chilogrammi si devono usare solo i seggiolini, ma quando il bambino supera questa soglia potrà essere trasportato su un adattatore: si tratta, lo ricordiamo, di piccoli sedili che sollevano il corpo del bambino e permettono di usare le cinture di sicurezza dell’auto, che dovranno passare sotto le alette poste ai lati, in senso longitudinale al torace.

13 Risposte per “Se lo ami, legalo: uniamoci per la sicurezza dei bambini”

  1. lastaccata scrive:

    Prova tecnica…

  2. lastaccata scrive:

    Ok. E’ andata… Fino a un’ora fa il sistema mi costringeva a ossessivi controlli anti spam e non riuscivo a commentare.
    Dunque: appoggio questa splendida iniziativa al 200%.
    Sono religiosamente convinta che i consigli lascino il tempo che trovano, non mi azzardo a dare suggerimenti non richiesti neanche a mia sorella, vivo e lascio vivere, mi faccio i fatti miei augurandomi così di campare cent’anni.
    Ma su certe questioni divento la più feroce delle talebane. Qui non si tratta di dare consigli o di impicciarsi di faccende che non mi rigurdano, ma di debellare un malcostume troppo diffuso che costa la vita ai bambini.
    Le scuse dei genitori per non assicurare i piccoli ai seggiolini sono a volte così insensate e stupide, sì, mortalmente stupide, che mi verrebbe voglia di prenderli a bottigliate in faccia.
    Esagero? Forse, ma non si gioca con la sicurezza dei bambini.
    Non credo di essere l’unica a vedere in giro bimbi piccolissimi piazzati sul sedile davanti allo stato brado. Sul sedile davanti! Ma possibile che non ci si renda conto che lo scoppio di un air bag può polverizzare un bambino?
    Invito tutti a diffondere il banner della campagna a mo’ di benefica epidemia e suggerisco alle blogger di creare dei post dedicati.
    Se lo ami legalo, SEMPRE, senza MA, senza FORSE, senza CHEPALLEPIANGE!
    A Roma si dice " Mejo che piagni tuo oggi che io domani". Non penso sia necessaria la traduzione.

  3. Flavia scrive:

    ..e io che pensavo di essere stata un po’ violenta! ma quando il fine è la vita di un bambino, i toni decisi si giustificano..soprattutto per scuotere i genitori!

  4. lastaccata scrive:

    Sì Flavia, sì. Bottigliate sulla faccia, altrochè! Soprattutto a quelli che…
    "Perchè tanto qui non ci sono mai i vigili" ( quindi il problema sarebbe la multa )
    " Siamo a 4 passi da casa, cosa vuoi che succeda?" ( perchè, che c’hai lo scudo stellare attorno a casa tua?)
    " Eh! Ma strilla! " ( tappi per le orecchie e musica a palla. Funziona.)
    " Vabbe’, ma che lo lego a fare? Mia madre non l’ha mai fatto e sono ancora vivo, io!"
    ( questione di culo, mio caro. Questione di culo.)
    Ecco. Ora mi sento molto meglio.
    E sai perchè? Perchè sono anni che vorrei gridare in faccia a tante mie amiche che lo legano i figli quanto sono stupide, ma non lo faccio. Non lo faccio perchè io DAVVERO sono una che non si impiccia mai.
    O meglio, qualche volta mi permetto di suggerire loro di legare i piccoli, ma non certo usando questo tono.
    In rete, però, mi sento più libera. E non perchè mi sento protetta dal filtro asettico di un nick name ( sul mio blog c’è tanto di nome e cognome ) ma semplicemente perchè scrivere i miei pensieri mi disinibisce.
    Nel bene e nel male.

  5. Mariantonietta scrive:

    Ottima idea!

    La vorrei proporre su Bebeblog,
    ma mi serve un’immagine più grande,

    potete mandarmela al mio indirizzo email entro tre ore?
    poi vado in ferie per dieci giorni!!

  6. Flavia scrive:

    accidenti Mariantonietta, ieri non avevo i tempi di reazione… ero in riunione tutto il giorno! il banner l’ha creato Serena di Genitori Crescono: per modifiche può intervenire lei. Sperto tu ti possa collegare una volta dalle ferie!

  7. Susibita scrive:

    Ecco, fatto.
    Ottima iniziativa…aderito! Qui il post…

    http://susibita.blogspot.com/2010/07/se-lo-ami-legalo.html

    ciao a tutte!!

  8. bombamagagna scrive:

    ho condiviso su fb e ho pubblicato il banner sul blog, vorrei tanto che i miei suoceri capissero :(

  9. Flavia scrive:

    grazie. ai suoceri – e agli altri – dite che un bambino non legato, in un impatto a soli 30 km all’ora, viene proiettato con una forza pari a 20 volte il suo peso. 10 kg diventano 200. La nonna non può tenerlo neanche coi superpoteri.
    e questo se sbatti contro un muro….in un frontale contro qualcun altro che va a 30 km/h, la velocità dell’impatto è di 60 km/h e i chili diventano 400… e cosi via.

  10. Tizi scrive:

    Ciao,
    Io volevo capire una cosa che mi sfugge, ma questi seggiolini come quello che io, dal momento che il bimbo pesa ormai 9 kili, si possonio montare in senso di marcia anche sul sedile anteriore o no???

    http://www.ebaby.it/bebe-confort-1/seggiolino-auto-iseos-neo-colorlab-astral-bebe-confort.html?csid=adf16be9cb215bc358be499f1e571722&sl=IT&currency=

    Sul libretto dice che dipende dalla normativa del paese in cui si vive e che tecnicamente e’ possibile.

    Grazie in anti,cp

  11. Serena scrive:

    @Tizi
    In questo post http://genitoricrescono.com/seggiolino-cinture-e-codice-della-strada/ abbiamo spiegato cosa dice il codice della strada in merito al montaggio dei seggiolini.
    Ma perché vorresti montarlo già nel senso di marcia? Se non ci sono motivi gravi, cerca di prolungare la seduta nel senso contrario alla marcia il più a lungo possibile, perché è molto più sicuro. In ogni caso, il seggiolino va sul sedile posteriore.


Trackbacks/Pingbacks

  1. [...] adeguati per il trasporto dei bambini, nata nel 2010 da un’idea di Farmacia Serra Genova, Veremamme e genitoricrescono, con l’ “alto madrinato”, dal 2011, di Mammafelice [...]

Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative