Catalogato | Blogcafe, Mamma che ridere

…di asili nido comunali, di finte scuole montessori…

Pubblicato il 14 maggio 2010 da maria pia

Dunque non potevamo sfuggire…la papazzana ha la febbre.
E vabbè, passerà…

Uno dei miei ricordi più “persistenti” è quello di quando la papazzana andava al nido.
Poverina già a due mesi strapazzata a destra e a manca, perchè il destino crudele l’ha fatta nascere da una madre universitaria…

Dunque, da brava mammadifretta, la iscrissi ad un asilo comunale di Palermo ancor prima che lei nascesse…(e sì sono una sognatrice e penso di abitare nell’isola che non c’è…)…il suddetto asilo, “l’AQUILONE”, aveva messo in palio (sì perchè dalle mie parti il posto al nido comunale si vince alla lotteria) solo 6 posti…(nell’immensità…si io lo so…tutta la vita a casa resterò…cantava Salvatore Adamo).

E’ inutile che vi racconti il finale…se avessi dovuto contare sulle istituzioni avrei fatto la casalinga…non per scelta, ma per costrizione.

Dunque ad un mese dalla nascita della papazzana ci siamo accertati che non avevamo vinto alla lotteria…e che ci volete fare,capita…

E così con un delizioso pancione di 32 settimane e 40 gradi all’ombra mi sono ritrovata per le vie della blasonata zona “libertà” in cerca di un asilo nido privato…

Premetto che prima che nascesse la papazzana Maria Montessori era per me una sconosciuta…
Entro in un asilo, che è: Asilo nido,scuola materna,doposcuola e chi più ne ha più ne metta…com’è logico vengo accolta con il tappeto rosso…

La direttrice mi ubriaca decantando lodi alla struttura, che in realtà è priva di un giardino, e direi anche buia…mi fa vedere le stanze( no, non fatemele chiamare aule) e mi accorgo che le “maestre” (de che?) sono delle ragazzine…mi dico “avranno fatto presto a laurearsi…”

Comunque alla fine era l’unico asilo disposto a prenderla così piccola, io dovevo finire gli ultimi 4 mesi di tirocinio in ospedale e quindi ho accettato…

Nata la papazzana, grazie anche all’aiuto delle mie amiche blogger, feci conoscenza di Maria Montessori…e scopro che la scuola di mia figlia è una “Montessori”…

Eccomi.

Allattavo la papazzana, e dovevo tirare il latte negli spogliatoi dedicati al cambio d’abito degli infermieri…congelavo il latte lo lasciavo all’asilo…a la maestra minava alla mia già compromessa autostima:”la bambina non lo gradisce…”…(chissà perchè fino ad allora non avevo avuto di questi problemi)…e poi già a 4 mesi “ma perchè non inizia le pappine”)…ma se lo sanno pure le capre che i bambini si svezzano a  6 mesi?!?

Insomma credo che questo basti…ovviamente il montessori era solo sulla carta, e dalla pubblicità su internet ho capito che stanno cavalcando proprio la “moda” montessoriana…iniziano lo spot con questa frase ”molti genitori desiderano per i loro figli una scuola montessori”…sti “ca**i.

A settembre la papazzana andrà a scuola materna comunale…in un altro contesto avrei scelto per lei una scuola montessoriana, anche privata…ma non qui. Non in questo contesto. La Montessori e Rudolf Steiner continueranno ad abitare le stanze di casa nostra…con buona pace dei truffatori.

 

Ora in questa panoramica…immaginate quanta voglia ho di fare un’altro figlio…

2 Risposte per “…di asili nido comunali, di finte scuole montessori…”

  1. Flavia scrive:

    Grazie mammadifretta! L’avevi lasciato in "draft" e quindi non lo vedevo…sorry

  2. mammadifretta scrive:

    grazie flavia…sono LEGGERMENTE imbranata…


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative