Catalogato | Blogcafe, Mamma che ridere

Diaper changing – by Serial Mama

Pubblicato il 18 marzo 2010 da Flavia

La mia prima ospite è Serial Mama, sottotitolo: sociopatica compulsiva (….). Come vi dicevo nell’introduzione, tempo fa il suo post mi aveva fatto letteralmente cascare dalla sedia dalle risate. Da allora, sono passati per me infiniti cambi di pannolino… e i miei addominali si sono fatti di ferro.

———————————————————————

Diaper Changing

La Serial non ha tempo e voglia per la palestra, ma ha bisogno di fare moto, e quindi, facendo di necessità virtù, ha inventato una nuova disciplina ginnica, da praticare 10 minuti per 5 volte al giorno.
Assicura pettorali d’acciaio e braccia marmoree.
Influisce anche sugli addominali bassi, se eseguita correttamente.

Occorrente:
Un bambino di 11 mesi.
Un pannolino sporco.
Una cacca.
Un pacchetto di salviettine umidificate.
Un pannolino pulito.
Una bambina di 6 anni.
Un gatto che dorme.
Una maglietta di ricambio.

Quando avvertite l’inconfondibile olezzo di wc intasato, è il momento di agire.
Avvicinatevi circospette al bambino, sorridendo incoraggianti.
Afferratelo saldamente e trascinatelo sul letto.
Abbassate i pantaloni e beccate il primo calcio in pancia.
Contraete gli addominali.

Il bambino realizza che l’obiettivo della manovra è la rimozione forzata della sua produzione intestinale.
Quattro calci.
Contraete gli addominali.

Il bambino nota il gatto, si gira sulla pancia e con balzo felino si lancia sul felino.
Acchiappate il bambino che non molla la coda del gatto dormiente, trascinatelo verso di voi e chiamate in aiuto la bambina.
Nel mentre staccate le linguette del pannolino.
La bambina interpreta la richiesta di aiuto (Mercoledììììì aiutooooooooo, distrailooooooo) con il suo traduttore simultaneo:
“Amore di mamma vieni qui a saltare sul letto mentre io cambio tuo fratello che così lui sta buono e calmo.”
La bambina salta sul letto.
Il gatto dorme.
Il bambino si dimena come Linda Blair nell’Esorcista (Director’s Cut). Lanciando acuti spaccavetrate.

Continuate a contrarre gli addominali.
Siete già a buon punto.

Prendete a questo punto le salviettine umidificate e cercate di rimuovere la maggior quantità possibile di materiale organico, il bambino vi aiuterà cercando di mettersi seduto, riuscendoci e smerdando tutta l’asciugamano.
Lavorate velocemente di braccia, con la mano destra afferrate entrambe le caviglie del bambino, con la sinistra costringete la bambina a scendere dal letto.

Inspirate.
Espirate.
Disperate.

Liberate la mano destra, appallottolate il pannolino, e consegnatelo alla bambina.
La bambina controllerà il contenuto, aprendo di scatto il supporto e lanciando merda dovunque.

Portate il pazzo urlante in bagno, lavatelo.
Avete dimenticato l’asciugamano.
Appoggiatevelo sulla maglietta, e tornate in palestra.

Continuate a contrarre gli addominali.
N calci.

Lanciate l’oggetto urlante sul letto.
Attenzione.
Cercherà di riconquistare la coda del gatto.
Sarà velocissimo.
Lanciatevi di peso sul letto per afferrargli il piede prima che voli a capa sotto.
Trascinatelo verso di voi.
Tenetelo fermo con la mano sinistra, aprite il pannolino con la destra.
Stendete il pannolino, stendete il bambino sul pannolino.

Chiamate aiuto.
L’aiuto torna a saltare sul letto.
Sfanculate l’aiuto.

Poggiate la testa sulla pancia del bambino.
Lui vi strapperà i capelli, ma forse riuscirete ad attaccare il pannolino prima che si volti a pancia in giù.
Gesti rapidi e decisi.

A questo punto, il più è fatto.
Il body potrete chiuderlo anche se si metterà seduto o in piedi.
Per rimettere il pantalone è consigliato acchiappare il bambino con la manovra per il salvataggio in mare, e agire rapidamente con l’altra mano.

Sono trascorsi circa 10 minuti, avete bruciato 300 kcal.
Cambiatevi la maglietta.
Andate pure a riposarvi in bagno.
Il bambino si piazzerà dietro la porta per prenderla opportunamente a pugni urlando mememememmemememe.

 

9 Risposte per “Diaper changing – by Serial Mama”

  1. lastaccata scrive:

    Se non ricordo male serialmama è napoletana… Non per togliere nulla all’umorismo sfornato dalle altre 19 regioni, ma bisogna inchinarsi al cospetto dei i figli del Vesuvio in campo comico.
    M E R A V I G L I O S O questo post!

  2. LGO scrive:

    Me lo ricordo!
    Il giorno che Serialmama ha deciso di rendere il suo blog privato è stato proprio un brutto giorno :-(

  3. M di MS scrive:

    Messaggio per Serial Mama: se ci sei batti un colpo! Noi vogliamo leggerti ancora!

  4. Mamma Cattiva scrive:

    SE-RIAL MA-MA! SE-RIAL MA-MA! SE-RIAL MA-MA! SE-RIAL MA-MA!SE-RIAL MA-MA!
    Aridatece SE-RIAL MA-MA!
    Datece ‘na S, datece ‘na M…Aridatece SE-RIAL MA-MA!

  5. piattinicinesi scrive:

    mitico, impresso nella nostra memoria per sempre!

  6. MeStessa scrive:

    Se ha reso il blog privato un motivo ci sarà.
    Probabilmente non aveva piu’ niente da dire e l’ansia da prestazione l’ha fatta implodere.

  7. Flavia scrive:

    certo è un suo diritto… peccato :)
    sono d’accordo con Lastaccata sui partenopei, eheh

  8. vi giuro che sto piangendo dalle risate!

  9. serialmama scrive:

    :-) non è stata l’ansia da prestazione.
    grazie a tutte ;-)


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative