Tutto inizio' con una coperta

Pubblicato il 06 novembre 2009 da Pocahontas

 

Era un Aprile di molti anni fa. Un’amica mi convince a svuotare la cantina e vendere il tutto in un mercatino di quartiere in una Milano appena scaldata da un sole quasi primaverile. Non molto convinta, raccimolo vecchi LP, libri, bigiotteria e mi improvviso venditrice per un giorno. L’atmosfera e’ carina; un piccolo mercato aperto ai privati dove si trova davvero di tutto dal frullatore al casco per la moto e la gente dietro alle bancarelle e’ altrettanto interessante. Faccio una pausa per curiosare tra gli altri banchetti e il mio sguardo si ferma su una coperta, una piccola coperta quadrata non piu’ grande di un metro per un metro, un piccolo capolavoro patchwork di fattura grosolona e morbidissima. E’ amore a prima vista, alzo gli occhi per chiedere quanto costa e mi ritrovo davanti un ragazzo sorridente che mi racconta di aver trovato la coperta nel solaio della casa appena affittata. A distanza di anni e dopo una serie di coincidenze fortuite, quel ragazzo diventera’ mio marito. Quella stessa copertina ha scaldato le mie bimbe nella loro culla ed e’ rimasta negli anni, il simbolo dell’unita’ della nostra famiglia. Capita spesso, con le coperte, che non sia la lana di cui sono fatte a scaldarci il cuore. 

 

10 Risposte per “Tutto inizio' con una coperta”

  1. mammolina scrive:

    questo post è davvero tenerissimo…mi ha proprio scaldato il cuore

  2. Flavia scrive:

    ma pensa! lui che non vedeva l’ora di disfarsi del capolavoro, e lei che invece ce lo annoda !! scherzo Pocahontas, è una storia fantastica :) :)

  3. Flavia scrive:

    dimenticavo: hai vinto il decimo Quadrotto! scrivimi per comunicarmi l’indirizzo dove vuoi riceverlo!

  4. Pocahontas scrive:

    …o forse la coperta era la tela del ragno ed io ci sono cascata in pieno! ; ) (ora mi chiedo quante coperte l’avvenente salentino abbia trovato in quel famoso solaio…)! Grazie! ti mando l’indirizzo di mia madre, che mi sa che spedire in america diventa un po’ complicato!

  5. Silvietta scrive:

    bellissimo racconto, che bel calore questa Milano sotto il suo sole primaverile e che tenerezza!!

  6. Flavia scrive:

    ma no, ANCHE TU irretita da un avvenente salentino in una primavera di Milano. e se era quella del 99, cominciano a venirmi dei seri dubbi. l’unica differenza è che io all’epoca non ero interessata ai mercatini ma solo ai brunch. pocahontas, poi però tua madre deve venire a commentare il quadrotto eh! diglielo :)))))

  7. Worldwidemom scrive:

    mi hai tirato fuori dei ricordi…
    tenerissimo!

  8. Simona scrive:

    Ciao Pocahontas,
    che storia magnifica!
    Hai ragione quando affermi che il calore della coperta non dipende solo dal materiale, ma dall’amore con cui è stata creata.
    Se la scintilla della vostra storia familiare fosse stata una mia coperta mi avrebbe reso veramente orgogliosa ed avrei avuto davvero una bella favola da raccontare a figli e nipoti sorseggiando una calda tazza di tè davanti al camino in una fredda giornata invernale. Lo spirito di cui parli è alla base del mio lavoro, dei miei prodotti, il luogo dove li creo è altrettanto romantico.
    Non gettare mai quella coperta, conservala con cura, è il simbolo evidente del vostro amore.
    Grazie per aver partecipato a questa iniziativa.

  9. pocahontas scrive:

    Simona grazie e tanti complimenti per il tuo lavoro! Avevo accennato a Flavia in un email che magari sarebbe carino fare con i quadrotti dei piccoli cuscini decorativi da abbinare alle coperte. Una piccola idea, vedi tu! Grazie ancora ed a presto!

  10. MammaNews scrive:

    ma che bella storia!! A volte il destino gioca davvero con le nostre vite. per farci incontrare e per regalarci momenti apparentemente poco significativi che invece all’improvviso trovano il loro posto nel puzzle della nostra vita.
    questa sì che è una copertina da tramandare di generazione in generazione.


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative