Il coache efficace e le tecniche di rispetto

Pubblicato il 18 settembre 2009 da piattini cinesi

I vicini non vi salutano, il gatto si prepara da solo la colazione e alla vostra scrivania c’è seduta la stagista? Non rinunciate a tirare fuori dal tritacarte la vostra autostima. Reagite!
Oggi torna per voi Malimor: il coache più efficace di Roma e provincia. Imparate dai veri esperti le tecniche di autoesaltazione e ottenete il rispetto del prossimo in poche semplici lezioni!

- Buongiorno Malimor, bentrovato.

- Ciao Piattì, come va? A vedette così me pare che te trovo bene anche se…

- Anche se ….. cosa?

- Anche se dovrei verificà mejo, ah aha.

- Guarda è inutile che fai lo spiritoso. Prova ad allungare un’altra volta le mani e te le taglio.

- Così me piaci, Piattì. Bella tosta. Se vede che i miei consigli stanno a fa’ effetto.

- Ci mancherebbe pure che non facessero effetto, con tutti i soldi che ti ho dato…

- Sordi sordi, stai sempre a parlà de sordi. Ma che so’ i sordi a confronto de la felicità. Sta’ attenta piuttosto a nun fatte fregà da quel rintontolito de Sfelix, che me pare che urtimamente lo stai a intervista un po’ troppo spesso.

- Ma il Dottor Mac Depress è un grande, ha già un sacco di fan.

- Se, vabbé…

- Se, vabbé cosa?

- A Piattì,  quello è un falso. Sta sempre a fa’ la predica sull’infognascion, la zerbinizascion e poi la sera va alle feste

- Sfelix, alle feste?

- Sfelix alle feste, che  nun ce credi? C’ho un dossier grosso come na cabina de Ostia su di lui, co’ tanto de documentazione fotografica e firmica co’ lui che s’abbrancica a na’ statua blocched in a pis of big solt.

- Ma non è possibile, non ci credo

- E invece ce devi crede…perché è vero.

- Senti Malimor, ma non è che parli così per gelosia? Guarda che se è così ti assicuro che io ho stima di entrambi.

- Vabbé Piattì, giusto perché sei te, te vojo dì la verità.

- Allora sei geloso?

- Nun è che so geloso, è che me rovina er mercato.

- E per questo ne parli male?

- A Piattì, ma che nun hai capito? E’ tutta na’ tecnica. Se chiama Ma che me stai a frega’? Mo te faccio vede io™.

- Noto con una certa ammirazione che anche questa tecnica ha il ™. L’hai inventata tu?

- No, no, l’ha inventata il mio collega Peppe O’Squartatore, un coache molto efficace che esercita nel casertano.

- Interessante. Ma me la spieghi meglio?

- Ma certo Piattì che te la spiego. Praticamente se tratta che quando uno t’accusa de qualcosa, o te rimprovera, o te critica, te invece de abbassà la capoccia e de fa’ kara kiri

- Cara Chiri?

- Kara Kiri, Piattì, è robba asiatica…ma me stai a sentì? Insomma te stavo a dì che uno invece de ammette che ha sbagliato e de rimedià,  attacca l’avversario e je dice che ha fatto uguale se nun peggio. Così se crea una grande confusione, tutti se mettono a litigà e nessuno se ricorda più de che se stava a parlà.

- Ma lo sai che mi sembra di conoscerla questa tecnica? Mi ricorda qualcosa….

- Nun lo so se te ricorda qualcosa però ricordate che l’ha inventata Peppe

- E Peppe a te lo dà il permesso di usarla, questa tecnica?

- Ma sì, perché mo’ stiamo a scrive un libro – pure co’ certi altri coaches – su come se tratteno i nemici.

- Come l’Arte della guerra di Sun Tzu?

- De più !De più!

- E come si chiama questo libro?

- Se chiama “Statte accuorto: tecniche para semiotiche e meta posturali per ottenere il rispetto che ti meriti”. Che ne pensi?

- Bel titolo, complimenti. Secondo me sarà un successo.

-  Pure secondo me. Pensa che manco l’avemo finito e già c’hanno chiesto de fa’ dei seminari de formazione.

- E chi ve li ha chiesti?

- Bo’ dei tipi vestiti bene, con certe auto tutte uguali, tutte blu, co’ i finestrini scuri. Gente de livello, me sa, pure se c’aveveno certe facce che pure Peppe O’Squartatore s’è incupito. Tu che ne pensi Piattì?

- E che devo pensare? Malimor

- Che c’è Piattì, perché stai a dì er mio nome co’ quello sguardo? Te piacio?

- No  è che volevo dire …Malimor(tacci).

Un commento per “Il coache efficace e le tecniche di rispetto”

  1. Flavia scrive:

    ahah, Piattini, ma lo sai che le tecniche di rispetto di cui parla Malimor esistono davvero….si chiama "presence". per esempio, durante una riunione una delle suddette tecniche consiste nell’interrompersi discretamente per aspettare che l’interlocutore distratto finisca di versarsi il caffè nell’angolo del coffee break e torni a sedersi, oppure la smetta di guardare il cellulare….. dovrò scriverci qualcosa così magari mi rifaccio amico er mejo coach de noantri. AH, anche sulla tecnica del buttarla in caciara quando si riceve una critica, ho fatto un master :))))


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative