Catalogato | Blogcafe

E se il part-time diventasse legge?

Pubblicato il 30 settembre 2009 da Paola

Cosa ne pensereste se la possibiltà di usufruire di una riduzione dell’orario di lavoro diventasse un diritto dei neogenitori?

Supponiamo che venga formulata una proposta di legge che modifichi la attuale legge 53 del 2000, che in merito si limita a prevedere lo stanziamento di una cifra (poco più che simbolica) per incentivare l’adozione da parte delle aziende di forme di flessibilità lavorativa come il tempo parziale (ma anche il telelavoro, la revisione dei turni etc.).
La modifica dovrebbe prevedere il diritto, per tutti i genitori (madri E padri) con figli fino ai 3 anni, purché naturalmente lo desiderino e lo richiedano, di usufruire della riduzione dell’orario di lavoro secondo le modalità già disciplinate dalla legge Biagi (part-time del 50% o del 75%, orizzontale o verticale, retribuito come da normativa vigente, temporaneo o permanente).

A prescindere dalla difficoltà di avanzare una simile proposta – che dovrebbe essere fatta propria da un parlamentare ovvero, attraverso un iter più laborioso, passare attraverso la cosiddetta “iniziativa di legge popolare” con relativa raccolta di firme e tutte le difficoltà che questa comporta -, quali pro/contro vedreste in una simile iniziativa?
Ad esempio:
– Il limite dei tre anni di vita del bambino vi sembra sensato o lo ridurreste/estendereste?
– Vi sembra che possa riguardare tutti i lavoratori essere a prescindere dalla forma contrattuale, dal loro livello inquadramentale, dalla mansione, dal settore di appartenenza dell’azienda datrice di lavoro e dalle sue dimensioni – o al contrario porreste limiti in questo senso?
– Vi sembra che possa giovare a una più equa ripartizione dei compiti tra i due genitori, o secondo voi penalizzerebbe ulteriormente sul lavoro la componente femminile?
– Quali controindicazioni di natura economica, dal punto di vista dei datori di lavoro, vedreste? E da quali benefici (ad es. fiscali) potrebbero invece essere compensate? Vi sembra un impegno impattante o sostenibile per le finanze pubbliche?

Parliamone! 

Un commento per “E se il part-time diventasse legge?”

  1. Flavia scrive:

    ciao Paola, benvenuta nel Blog Cafè
    ti seguo sugli altri social network anche se non ti ho ancora commentato e sono in colpevole ritardo: devo informarmi meglio sul tuo libro prima di poterlo fare. Questa del part time e’ una questione che rimando a Working Mothers Italy, la sede decisamente adatta.. a presto allora, F


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative