Catalogato | Flavia blog

Tags :

Il coaching di VereMamme arriva su Dol's

Pubblicato il 03 luglio 2009 da Flavia

Quando un po’ di mesi fa mi sono avvicinata al connubio donne e Web, Dol’s – il sito delle donne online – è stato subito una tappa obbligata tra le mie prime esplorazioni. Dol’s ha da poco compiuto 10 anni, traguardo che merita grande ammirazione, insieme alla ricchezza dei suoi contenuti e alla personalità pioniera della sua mente e del suo braccio, ovvero Caterina Della Torre.

Ora con Caterina, che nel frattempo ho avuto il piacere di conoscere in rete e poi incontrare dal vivo, e con una coach professionista, Ioia Rocco di Coaching & Training Strategy Group, è nata l’idea che abbiamo già presentato al Mom Camp: un vero e proprio programma di coaching per donne e mamme, questa volta anche offline. Presto ne saprete di più, ma intanto con l’arrivo dell’estate vorremmo cominciare a seminare spunti e stimoli e ad allargare l’interesse sui temi del coaching in generale e del mom-coaching in particolare.

E quindi abbiamo l’onore di inaugurare una rubrica di coaching su Dol’s, da cui spero nasceranno molte altre iniziative. Per esempio incontrarci, quanto prima, di persona. Il tanto atteso aperitivo VereMamme. Ci sarete?

Se avete suggerimenti sul Coaching VereMamme, sono qui (sono sicura che ci sono molti argomenti che vi piacerebbe affrontare, quindi non avete che da commentare).

Buoni “compiti per le vacanze” su Dol’s :)

12 Risposte per “Il coaching di VereMamme arriva su Dol's”

  1. Isa scrive:

    EVVAI !!! Ma che bella notizia! ;-))) Félicitations … ! Ci vuole un brindesi per festeggiare: Mojito?!? :-))

  2. Mamma Cattiva scrive:

    Non lo spiego a Flavia che conosce la storia filo e per segno ma lo racconto a tutti gli altri (non nel filo e nel segno) perché credo che condividere rende più forti.
    Sono un esempio vivente del bisogno di un programma di coaching post-partum, se così vogliamo chiamare un supporto efficace per riprendere le fila, per ritornare in strada, recuperare se stesse, indipendentemente dai figli che si prendono tutto.

    Riconosco di aver fatto il grosso del lavoro ma, da sola, non ce l’avrei fatta.

    E lì fuori, per quanto ce la raccontiamo, non siamo in compagnia.
    Possiamo pure avere milioni di nonni, amici e amiche, mariti, amanti, tate, insegnanti (e per lo più non è neanche così) ma l’individualismo e la solitudine che nella realtà ci appartengono, non ci fanno del bene.

    Quindi ben vengano programmi di coaching, strutturati, mirati, rigorosi.
    Paghiamo la palestra (oddio io vorrei ma non ce la fo), i corsi di danza alle bimbe (sicure che lei vuole? ;) perché dunque non investire in se stesse?

    Mio suggerimento è di seguire le tendenze del momento :)) dove vanno sempre di più i personal trainer, i programmi su misura, ritagliati veramente sulla persona. Seriamente… ognuna di noi è un essere unico.

    In bocca al lupo…

  3. Mamma Cattiva scrive:

    Per il Mojito io ci sono sempre…;))

  4. Flavia scrive:

    anch’io ci sono sempre per brindare con voi.. anche se questo per ora è solo un inizio.
    MC, sei proprio una bella testimonial… Magari tutte le coachee fossero come te (ma anche no?:)) è vero, ogni testa è unica)

  5. Marilde scrive:

    L’iniziativa è molto bella e Dol’s è un sito che leggo da tempo, di ottimo livello.
    Ti ho mai detto che sei un vulcano?

  6. Flavia scrive:

    ah ah Marilde, sei troppo forte… quando sono giù di morale basterà rileggermi i tuoi commenti …;)

  7. piattinicinesi scrive:

    coaching e coccing mi raccomando…

  8. Chiara 2 scrive:

    Non c’è nulla che non possa diventare più leggero durante un aperitivo tra amiche. L’unico impedimento è che sono a Torino con prole per tutto il mese di luglio. Fate sapere!

  9. Mariangela scrive:

    Ah ma allora siete come vi avevo lasciate….! Goderecce e leggere! Io ho due braccia da camionista (due settimane di scatoloni in vista del trasloco), tanta voglia di mojito in compagnia e qualche coccing/spunto. Insomma, il trasloco mi ha fatto pensare a quante cose non portare con me, e condividerle con voi offre un’ottima agenda per il mamma coaching. Ecco alcune delle mie esperienze che mi appresto a lasciare nel vecchio appartamento…. Mi fermo a una top 3 se no faccio un poema che la Staccata in confronto è Ungaretti ;-)
    3) i commenti della bis-suocera (intesa come nonna di mio marito nonchè seconda suocera della mia vita), il suo mito del "sacrificio per la famiglia", il farmi sentire "non abbastanza mamma"
    2) con la schizofrenia che mi contraddistingue, i superpoteri da mamma, il farsi in quattro per avere tempo per i figli esserci per il marito seguire il cantiere della casa nuova fare la spesa preparare la cena fare il bagno a tutti riaccendere il pc per finire un lavoro importante… salvo poi lamentarmi che non ho mai un attimo per me
    1) l’emotività nella gestione della famiglia allargata, il senso di colpa per figlio1, il mediare fra lui e marito2, il litigare con quest’ultimo a causa del primo, il vivere in modo diverso la geometria a 3 e quella a 4, la paura di fallire di nuovo, il pensare che non usciremo mai da sto casino emotivo……

    Insomma, quand’è che comincia sto coaching? Non vorrei mai che qualcosa mi si infilasse fra uno scatolone e l’altro e me lo ritrovassi ancora in futuro…..

  10. Flavia scrive:

    non vi preoccupate, l’organizzazione aperitivo è iniziata e non molleremo l’osso fino a tartina (ehm..) obiettivo raggiunto!

    Mariangela ben ritrovata! traslochi, uhm, ne so qualcosa (7 in 15 anni, e chissà se ho finito). sono un’ammazzata ma danno una bella sensazione di ripartenza, proprio come i propositi che fai… baci.

  11. Mariangela scrive:

    Non sono propositi, sono obiettivi con tanto di piano!!! ;-)

  12. Mariangela scrive:

    Dimenticavo, l’ennesima cosa in comune (5 in 10 anni!!)


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative