Lo specchio

Pubblicato il 25 giugno 2009 da Pocahontas

 

Il mio peggior nemico sono io. 

Sono io quando mi giudico pensando che quello che faccio non sia mai abbastanza. Sono io quando mi nego qualcosa per timore di togliere a qualcun altro. Sono io quando mi guardo allo specchio e non ho pieta’ per quello che vedo. Sono io quando non godo dei piccoli successi e mi sminuisco.

Il processo di cambiamento e’ lungo e faticoso e non sempre riesco a scavalcare vecchie convinzioni e forme mentali che ormai si sono insinuate in ogni angolo del mio essere donna, mamma, moglie ed amica. Mi e’ stato detto, tempo fa, che questa mia insicurezza ed il mio colpevolizzarmi a tutti i costi potrebbe essere il frutto dell’educazione cattolica ricevuta da bambina. Io credo che sia un insieme di cose ad avermi spinto a diventare la mia peggior nemica. Senza ricorrere alla psicanalisi fai-da-te, sono perfettamente consapevole di essere alla costante ricerca dell’approvazione di mia madre, donna forte ed indipendente costretta poco dopo i quaranta a fare da madre e padre a me ed alle mie due sorelle. E’ stata bravissima ma durante questo processo penso si sia inasprita tendendo a non concedere mai totale approvazione e dispensando raramente complimenti alle sue figlie. Per lei qualsiasi cosa io faccia va bene “ma”…c’e’ sempre un “ma”…ed io mi lascio travolgere dal vortice dell’ “avrei potuto fare di meglio” impedendomi di godere a pieno dei piccoli traguardi raggiunti. Non voglio colpevolizzare mia madre, intendiamoci, e’ stata una madre splendida e faticosamente presente e tutto cio’ che sono, nel bene e nel male, e’ merito suo e non colpa sua.

Ora pero’ che sono mamma anche io, ho trovato il coraggio e la consapevolezza necessari per cercare di cambiare, di lasciarmi alle spalle vecchie etichette (che probabilmente mi sono messa addosso da sola), lo devo a me stessa ed alle mie figlie perche’ non voglio ripetere cio’ che e’ stato. La strada e’ lunga e spesso in salita, ma a piccoli passi raggiungo giorno dopo giorno nuovi traguardi aiutata e spronata – perche’ no – dal coaching di altre mamme (“vere” e non) e dalla semi-ritrovata fiducia in me stessa. Confido, in un futuro non troppo lontano, di passare davanti allo specchio e di intravedere una faccia amica che mi sorride dall’altra parte. E’ ora, per me, di fare pace con il nemico. 

6 Risposte per “Lo specchio”

  1. Marlene scrive:

    quella che vedi allo specchio, non è il tuo nemico è solo la parte migliore di te che non accetti pienamente perchè credi potrebbe assere ancora meglio, ma ricorda la perfezione non esiste. Ci sarà sempre qualcuno che, nonostante i nostri sforzi, dirà ma… a prescindere che questa sia la mamma o meno. Anche io ho avuto una mamma cm la tua, ero sempre pronta a dimostrargli che in realtà io valevo, ma poi ho capito, che era per me che dovevo valere e non per lei, lei giocava sulla mia insucherezza. Ora sono piu sicura di me e di quello che faccio e anche lei, nonostante i suoi ma…avvolte riesce ad accetare che in realta va bene cosi. Guarda le cose da un altro punto di vista e tutto ti sembrerà diverso. In bocca al lupo.

  2. Flavia scrive:

    aspettavo qualcuno che lo dicesse…il nostro peggior nemico, tante, troppe volte, siamo noi. E qui vale proprio la pena impegnarci per fare la pace, che farci la guerra non porta mai a niente di buono…

  3. Serena Parrino scrive:

    L’insicurezza è spesso qualcosa che col tempo e sensa che ce ne accorgiamo ci instillano gli altri. Da quando sono mamma, mi sembra di non riuscere a fare niente bene: come professionista, come moglie, come donna, come mamma. Ma bisogna ribellarsi, reagire e gridare in faccia a chi ti fa del male senza accorgertene e ti sminuisce. Penso di stare per superare questa fase della mia vita e di tornare me stessa…

  4. Flavia scrive:

    brava Serena, e VereMamme è qui proprio per questo :)

  5. Mamma Cattiva scrive:

    Vero, Pochaontas, il post che molte di noi scriveremmo.
    Il solo fatto di indagare le ragioni delle proprie insicurezze è una scelta di grande coraggio perché finché ci guardiamo allo specchio e ci odiamo e non capiamo il perché non ci muoviamo di un millimetro e diventa impossibile riconciliarci con gli scheletri del passato. Un abbraccio vero.

  6. Pocahontas scrive:

    Grazie a tutte, da me e da quella dello specchio!


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative