La mamma tetta instabile

Pubblicato il 23 giugno 2009 da Raperonzolo

La mamma tetta instabile è il tipo più comune. Tra tutte è la più volenterosa. Crede fortemente nell’allattamento al seno ed è pronta a qualsiasi sacrificio. Fin da prima di restare incinta ha già messo le cose in chiaro con tutti, marito, madre, parenti e amici: IO ALLATTERO’ AL SENO!!!
Purtroppo questo tipo di madre è caratterizzata da una produzione di latte assolutamente indecorosa. La montata (scarsa) le arriva poco prima della menopausa. Nel frattempo, malgrado che la mamma tetta instabile non abbia che poche gocce di colostro e un neonato più affamato d’un barracuda, gli esperti del settore le dicono di non, (ASSOLUTAMENTE NO, NIET, NEIN!!!) sognare manco per sogno di dare al bambino il latte artificiale (piuttosto la fame, piuttosto l’arsenico ma latte artificiale NO!) Da questo momento in poi, quello della mamma tetta instabile è generalmente un calvario senza fine. Dopo la prima sequenza di nottate insonni, pianti dell’infante (ormai ridotto ad una manciata di ossa) e crisi depressive della mamma, un caleidoscopio di persone intervengono a dire la loro: “sono coliche” (il pediatra), “è viziato” (la nonna), “è trascurato” (l’altra nonna), “è nervoso” (la zia), “fanno tutti così” (la vicina di casa). Quando la povera mamma tetta instabile, alla vista del bambino che si attacca e si ristacca piangendo disperato, decide di osare e dargli un “aggiuntina” (che lui prosciuga per poi crollare nel più beato dei sonni), verrà travolta da una marea di vituperi. Senza darsi per vinta, pur dormendo sette minuti a notte, le prova tutte: attacca il bambino ad una tetta col bostik, mentre si tira il latte dall’altra tetta; beve cinque ettolitri di acqua al giorno, tanto che cominciano a crescerle le squame; acquista una piantagione di finocchi; mangia sei bistecche a colazione e dodici polli per cena, chiede consiglio a Vanna Marchi e all’astrologo Omar. Malgrado gli sforzi però è sempre un passo indietro: se lei produce 20ml il bebé ha bisogno di 50, se lei arriva a 50 lui è già a 100 e quando infine dopo sforzi sovrumani che le fanno guadagnare il Premio Nobel della tetta lei arriva ad un impensabile 80ml, lui ha già superato i 200. A quel punto la mamma tetta instabile manda a**an*ulo la tetta e annega il figlio in una vasca di latte (artficiale).

10 Risposte per “La mamma tetta instabile”

  1. Isa scrive:

    Beh, direi che ti sei davvero superata stavolta! da morire! :-)))

  2. silvietta scrive:

    confermo, bravissima!

  3. Serena scrive:

    Bello… sì ma non incoraggiante per chi ha appena cominciato l’avventura.
    CMq con il primo anche io ho fatto così, mi è servito di lezione per il secondo!
    Bisogna avere tanta tanta pazienza.
    Ciaus…..
    Serena.

  4. Raperonzolo scrive:

    @serena – Poco incoraggiante ma strettamente autobiografico :-)

  5. Mamma Cattiva scrive:

    DI-VER-TEN-TIS-SIMO!!
    Mi ci ritrovo assai. Soprattutto se buona la prima, male la seconda. Con la seconda nascita, dopo due mesi e mezzo di tetta instabile ho acquistato con il sorriso le fatidiche pillole per interrompere il supplizio. Pillole tra l’altro COSTOSISSIME.

  6. Arianna scrive:

    E’ tutto tragicamente vero!

  7. Arianna scrive:

    Rapè, sperando di non averti fatto cosa sgradita ho postato una riflessione analoga sul mio blog…

    SdG

  8. Raperonzolo scrive:

    Arianna, niente affatto sgradita. il tuo post è divertentissimo :-)

  9. ALICE ARDUINI scrive:

    raperonzolo sei mitica !! mi ritrovo tantissimo in quello che hai scritto ! Alice

  10. Flavia scrive:

    Alice non vorrei dire cose che ti fanno sentire inadeguata ma quelle così non è che non hanno latte, è che NON SONO RIUSCITE a far partire in modo giusto il meccanismo di calibrazione. Ma NON E’ colpa loro eh, no, è solo che non se la sentono di mettersi in dubbio. Ma non è colpa loro, è una scelta, per carità.

    scherzo!! scherzo!!! :))) Una risata ci salverà. Coraggio, in qualunque direzione tu stia andando!


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative