E cominciamo a danzare

Pubblicato il 18 giugno 2009 da Ondaluna

Ho colto il tuo singhiozzo per la prima volta, stamattina, e mi inonda la sensazione che le nostre onde cerebrali si avvicinino insieme in una danza sinuosa. Sei tu, ti sento. Sono piena di paure che stavolta sono solo e sempre più mie, soltanto mie. Tu sei grande, sicura, nonostante tu sia solo un piccolo cucciolo d’uomo, e più diventi forte, a volte mi sembra di immaginare, più io mi sento indebolire e diventare fragile. so che non è così, ma la sensazione (soprattutto emotiva) è fortemente quella, come un’implosione prima del Big-Bang. La fine della gravidanza corrisponde un pò ad una regressione, dicono, che ci mette in contatto con le nostre parti più istintuali, infantili, arcaiche e primitive, ci avvicina a linguaggi non mediati da razionalità ma da istinto. Ed io soffro un pò di questa incapacità di abbandonarmi all’istintualità, all’incapacità (o piuttosto sconosciuta capacità) di cedere alle lusinghe della mia parte più animale, la sola che mi consentirà di attraversare quel percorso con cui potrò donarti alla luce, dare aria al tuo primo respiro, non perché voglia tenerti ancora dentro di me possessivamente ma per quella profonda paura davanti all’ineluttabile obbligo di attraversare ciò che mi aspetta e al quale non posso sottrarmi.
Parte di tutto questo sei tu, figlia mia. Non ho minimamente idea di come sarà l’incontro con te. Immagino i tuoi occhioni languidi ed un pò buffi, che nella loro profondità mi chiedono “ma chi ce lo ha fatto fà???” Da anni, prima che tu esistessi, mi interrogo su questa domanda. Forse la risposta non la troverò mai, ma confido nel fatto che le generazioni future colmino il progresso di cui i genitori sono stati incapaci, e che tu possa trovare questa risposta al posto mio, non la mia, ma la tua. Tuo padre lo sa già, che senso ha vivere e per cosa gioire. Tua madre un pò meno. Ma mi basta solo che tu sia felice, e che sia capace di sentirlo: questa risposta arriverà, spero, per te.

Un commento per “E cominciamo a danzare”

  1. Flavia scrive:

    lei ti darà un sacco di nuovo senso, e moltissimi nuovi significati (a parte l’apparente banalità, è davvero così, solo che poi ognuno trova i suoi).
    Lato simpatico, i miei andavano soggetti a potenti singhiozzi almeno un paio di volte al giorno!


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative