Catalogato | Flavia blog, Ospiti

Tags :

Le mamme non mettono mai i tacchi. Il divertente racconto di una mamma (aspirante) scrittrice

Pubblicato il 05 maggio 2009 da piattini cinesi

Veremamme è lieta di presentarvi una nuova amica. Si chiama Luana Troncanetti e sul suo blog si definisce “una scrittrice per caso, schiava devota dell’ironia, grafomane incallita e mamma strafelice di Alessandro, 5 anni”.

Flavia e Piattini, che l’hanno conosciuta da vicino, possono confermare che la sua produzione verbale è pari a quella scrittoria. Luana, infatti, ha già pubblicato tre libri con la casa editrice on line Boopen, l’ultimo dei quali è “Le mamme non mettono mai i tacchi”, una scanzonata antiguida sul mestiere di mamma, dedicato a quelle (e sono tante) che “vorrebbero cadere in coma per un paio di giorni solo per riposarsi, hanno la casa disastrata, dei figli impossibili e la vita sociale di una marmotta svenuta”.

Oggi vi presentiamo in anteprima il capitolo dedicato a suo figlio:

mio figlio è iperattivo? >>

vivace e molto vivace >>

i buoni consigli >>

5 Risposte per “Le mamme non mettono mai i tacchi. Il divertente racconto di una mamma (aspirante) scrittrice”

  1. Mamma Cattiva scrive:

    Ragazze (Luana, Piattini & Flavia) stavolta non ho resistito!
    Sono normalmente gelosa delle mie private letture nei blog mammeschi ma dopo aver letto tutto d’un fiato (nei limiti dei sussulti repiratori da risarella…) ho passato lo strumento al doc (per chi ancora non lo sapesse il doc sta per stimato "dottoe dei bambini) e l’ho lasciato leggere. Ho osservato il suo sguardo accendersi verso una rapida escalation che ha raggiunto il suo culmine nella pagina 2, dove ad ogni riga ripeteva ad alta voce il versetto satanico, seguito da un ridere un po’ sguaiato.
    Ma dico Luana, ma come fai? Lo sai che domani il doc avrà delle risposte più efficaci rispetto alla solita zia Tachi?
    Grande! Hai guadagnato un’aquirente di Le mamme non mettono mai i tacchi (io veramente neanche prima…)

  2. Cara Mamma Cattiva, nel leggere il tuo commento il mio ego ha iniziato a gironzolare per casa tronfio come un tacchino obeso… Ho scritto questo libro assolutamente per gioco, ma ogni volta che una mamma riemerge dalla lettura delle sue pagine con divertimento è per me una scoperta gioiosa e destabilizzante.
    Come ha giustamente affermato Piattini, che ringrazio assieme a Flavia dal più profondo del cuore per avermi offerto la possibilità di far conoscere la mia ribelle guida al mestiere di mamma, da grande vorrei fare la scrittrice.
    Mai in tutta la mia vita avrei pensato di imbarcarmi in questa impresa matta e disperatissima, ma apprezzamenti come il tuo iniziano a convincermi che non è poi un’idea così bislacca. Staremo a vedere cosa accadrà, nel frattempo il tacchino tronfio ringrazia commosso per essere riuscito a strappare un sorriso a Mamma Cattiva e al suo doc.

  3. OOOOOOOOPS! Ecco qua, lascio il primo commento e sbaglio a definire il libro. Roba da pazzi! La mia non è una guida,ma un’ANTIGUIDA al mestiere di mamma. Ci tenevo a precisarlo, il concetto è decisamente diverso!

  4. micol scrive:

    Dopo aver letto divertita questo tuo stralcio del libro, constato con apprensione di avere due irrimediabili bambine tragicamente vivaci. Adesso capisco.
    Cara Luana mi piace tanto come scrivi e come sdrammatizzi ciò che noi mamme viviamo ogni giorno. Un saluto!

  5. Grazie Micol, lieta di averti strappato un sorriso!


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative