Se ti sei sentita brutta fino a 18 anni ti sentirai brutta per sempre…

Pubblicato il 21 aprile 2009 da Wonderland

Il titolo era una frase tratta da un qualchefilmcommediola, ma secondo me centra il punto.

Io brutta anatroccola mi ci sono sentita per anni, e mi ci sento tuttora.

Quando a 15 anni inizi a socializzare con l’altro sesso con una dotazione di apparecchio, occhiali, brufoli sparsi e zero-zero-tette, la vita – come dire – non ti sorride. Facile costruirsi una corazza di ironia e cinismo per andare avanti. O meglio, per girare in tondo, perchè tanto avanti mica si va.

Però.

Però provo un misto di odio e amore nei confronti di quegli anni un po’ tristi. Ti lasciano del tempo per guardarti dentro e capire chi sei e cosa vuoi diventare, per esplorare le tue passioni e interessarti a tanto, a tutto.

Le mie amiche cazzeggiavano per strada coi fidanzatini e io scoprivo la letteratura, l’arte, la danza. Proprio come hanno detto qualche post più in basso. Da una parte il non essere incluse e quindi necessariamente risucchiate in certi meccanismi di “branco” ti rende più libera, e penso anche più profonda.

Le domande che ti poni riguardo a te stessa ti aiutano a capire meglio anche gli altri, e ti tornano utili dopo. I momenti di stallo ti obbligano a ribellarti, specialmente a 15 anni.

Sarebbe stato ben poco risarcimento se a un certo punto non fossi “sbocciata” anche io, ma come succede un po’ a tutti, per fortuna è successo. Passando per vie pericolose, durissime, impervie, con nomi ormai banalizzati: anoressia, bulimia, binge eating, depressione.

Quando risorgi dalle tue ceneri non è per sopravvivere, è per spaccare.

La parte bella di me, quella che amo davvero, è lo zoccolo duro delle insicurezze dei miei 15 anni. Quelle che mi hanno resa profonda, sensibile, attenta ascoltatrice. Quello che c’è fuori è solo la diretta conseguenza dell’intelligenza emotiva che acquisisci, credo. A un certo punto capisci, impari ad amarti, ed è quello l’amore che ti rende anche bella.

4 Risposte per “Se ti sei sentita brutta fino a 18 anni ti sentirai brutta per sempre…”

  1. Flavia scrive:

    Wonder, mi sorprendi parecchio. MAI ti avrei immaginato brutta anatroccola ! Invece quello "zoccolo duro di insicurezze" (bella definizione), quello si percepisce in molti modi di raccontare le tue storie, per molti versi ancora una richiesta di essere accettata. Ce l’hai ancora tanto con una bella fetta di mondo, vero? Ma è una profonda verità quella che dici, è quando impari ad amarti che diventi bella, anche per tutti gli altri. Quindi va’ avanti ad amarti ogni giorno un pochetto di più e riuscirai a farci pace.
    GRAZIE per averlo raccontato e SCUSA il mio commento un po’ psicanalitico (mi è uscito un po’ così, non volevo!!)

  2. ondaluna scrive:

    Non ti ho mai immaginato brutta, non ci riesco.
    E quando ti leggo così mi sembri ancora più bella, Wonder.

    (Flavia, rassicurati, non è tanto piscoanalitico: gli psicoanalisti non parlano mai così tanto!) ;-)

  3. Flavia scrive:

    Onda, credo tu abbia ragione sugli psicoanalisti, comunque a me (nelle cose personali) succede solo ogni tanto e solo per iscritto :) :)

    Wonder, posso aggiungere qualcosa su una gnocca che ho incontrato ad una serata di PR o preferisci la totale riservatezza? (ehm…ormai l’ho detto)

  4. lorenza scrive:

    quoto gli altri commenti (sul "non avrei immaginato", anche se ti leggo e non ti vedo) e aggiungo quanta forza, per arrivare qui! devi esserne assolutamente fiera!


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative