Catalogato | Manifesto wiki

I valori

Pubblicato il 21 marzo 2009 da Flavia

- Trasparenza

- Etica (sociale, ambientale)

- Dialogo

- Rispetto

- Consapevolezza

- Laicità

- Empatia

- Coerenza

- Conoscenza

(fai login con il tuo account da editor – cafèblogger, e continua a scrivere il post cliccando su MODIFY. Oppure lascia il tuo commento al post)

 

Aggiungerei UGUAGLIANZA tra le blogger, in modo che tutte siano sempre ugualmente interpellate e considerate.

Wonderland

4 Risposte per “I valori”

  1. M di MS scrive:

    Etica anche nel senso di comunicare il valore, non l’effimero. Però mi rendo conto che è una cosa un po’ difficile, visto che in molti producono cavolate inutili spacciate per indispensabili.

  2. Flavia scrive:

    etica la intendo come rispetto delle comunità in cui si vive e dei diritti fondamentali, ad esempio una produzione che sfrutta il lavoro minorile non è etica. Mentre è meritevole un’azienda che finanzia progetti sociali per sua "missione" (un esempio che conosco e che non viene pubblicizzato: http://www.jcitalia.it/fondazione/)

    sull’utilità dei prodotti, un comunicazione non ingannevole ok, è il minimo. ma poi ciò che è utile e ciò che non lo è rientra nel mondo relativo delle opinioni e delle libertà personali….sarebbe un dibattito infinito

  3. Mamma Cattiva scrive:

    Aggiunsi giorni fa empatia e coerenza senza argomentare (una mancanza x interruzione non prevista) mentre oggi provo a farlo. Valori auto-esplicativi e noti ma raramente vissuti. Empatia come capacità di immedesimazione e quindi di ascolto, a braccetto con il dialogo fatto di "io dico la mia ma mentre lo dico ascolto chi ho davanti, ma non solo con le orecchie ma tutti i sensi" e poi "tu dici la tua e continuo ad ascoltarti" senza rumori di sottofondo. Coerenza intesa come "predicare bene e razzolare meglio", vivere quindi le proprie opinioni nella vita reale.
    Oggi mi sento legata al valore della CONOSCENZA: parlo di quello che so e non a vanvera. Anche qui ascolto, mi documento, studio, mi aggiorno per me e gli altri.

  4. Flavia scrive:

    grazie M.Cattiva; soprattutto la conoscenza è un concetto molto utile. E’ segno di un dialogo civile non sottovalutare le conoscenze dell’interlocutore, ma è anche segno di umiltà non straparlare di un argomento senza averlo prima approfondito un po’. lo inserisco.


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative