L’angolo dell’esperto: the perfect victimist

Pubblicato il 12 febbraio 2009 da piattini cinesi

Il nostro esperto di autoflagellazione  e pessimismo pratico, il Dr Sfelix Mac Depress, continua a riscuotere un enorme successo, come dimostra l’apertura spontanea di un fan club a lui dedicato su Facebook.
Oggi è con noi per parlare del suo ultimo libro : “The perfect victimist”

- Buongiorno a tutti. Come sospettavo oggi piove…..
- E già Sfelix, piove terribilmente… ma aspetti…non mi dica che lei mi sta anticipando qualche kick?
- Ma certo Piattins, vedo che lei comincia a capire. Si tratta infatti del ricorrent sfigament, anche detto but why the hell all the horridous things always happen to me?
- La prego ci spieghi subito come funziona, siamo impazienti…
- Vi accontento subito. Il procedimento è molto semplice e senza saperlo lo adottiamo spesso senza neanche accorgercene. Si parte sempre da un implicit sfigament postulate (IPS) che ci porta a interpretare ogni piccolo esempio come segnale della nostra sfortuna
- Un esempio?
- La pioggia. A Roma piove da 4 mesi, quasi ininterrottamente. Ma se io voglio mettere in atto il ricorrent sfigament mi concentro su un giorno. Il martedì, per esempio, che magari è una giornata fitta di impegni
- Lo vedo molto calzante, Dr Sfelix, per me il martedì è proprio una giornataccia….
- Ecco, il martedì che è una giornataccia, come dice lei, guarda caso piove…lei fa caso solo al martedì, non pensa agli altri giorni, non pensa che piove sempre, pensa solo e unicamente al martedì. E il martedì successivo ovviamente piove. Lei non pensa che c’era il 90%di possibilità che piovesse, pensa solo che piove perché per lei martedì è una giornataccia e che la pioggia sta cadendo apposta quel giorno per dare fastidio a lei
- E’ proprio così, è esattamente quello che ho pensato martedì scorso
- Lei Piattins sta facendo grandi progressi. Ma facciamo un attimo un passo indietro e concentriamoci sull’implicit sfigament postulate (IPS)
- Se capisco bene, Sfelix, è il presupposto per cui qualunque cosa accada io sono sempre una sfigata
- Brava, bravissima. Lo sfigament postulate (IPS) è uno sfigament a priori, è il postulato ontologico dello sfigament, che però ha delle applicazioni pratiche nella vita di tutti i giorni
- E come si applica?
- C’è un semplicissimo kick da fare ogni mattina davanti allo specchio del bagno, ovvero lo skiful mirror anche detto please give me back the peggious image of myself. Grazie a questo esercizio noi possiamo sentirci orrendi, antipatici, schifosi, inferiori al resto dell’umanità, deboli e incapaci di affrontare gli impegni della giornata, anche se si tratta solo di spedire una raccomandata
- Ma così, solo con lo specchio?
- Lo specchio può essere un fantastico alleato del perfect victimism perché l’immagine che rimanda non è mai oggettiva, ma viene filtrata dalla corteccia neuronale della depression e dell’implicit sfigament postulate (IPS), che ci fanno vedere solo quello che vogliamo
- Ma gli altri, i parenti, gli amici, non potrebbero aiutarci a migliorare quest’immagine?
- Ah aha ah, lei è molto spiritosa Piattins. La risposta ovviamente è no, e le spiego subito perché. Intanto lo sfigament postulate fa sì che noi evitiamo accuratamente tutte le persone positive che possono incoraggiarci in qualche modo
- E come fa a farcele evitare?
- Con il kick detto if you are smiling to me it’s sure that you have a facial paralysis. Siamo così convinti di fare schifo che se qualcuno ci esprime simpatia o apprezzamento pensiamo che ci sia qualcosa sotto
- Ma allora siamo condannati alla solitudine?
- No,certo che no. Abbiamo tre fantastiche possibilità
- E quali?
- La prima è legarci a un tipo di persona che incarni tutti gli stereotipi del successo, seguendo la strategia della volonteer zerbinization. L’amico o amica è sicuramente più bello, intelligente, ricco, sicuro, simpatico, ospitale, ordinato, organizzato di noi e quindi noi possiamo applicare lo sfigament postulate
- E il secondo tipo di persona?
- Il secondo tipo di persona è quella che permette di applicare la forced zerbinization, ovvero qualcuno che si autoesalta denigrandoti. La tua victimization e conseguente zerbinization gli fa da riflettente, senza di voi non sarebbe nulla
- E la terza?
- La terza è più subdola, ed attua la strategia detta cry on my shoulder zerbinization. Questo tipo di persona vi compatisce, vi conferma nel vostro senso di inferiorità e fa in modo che voi vi appoggiate totalmente a lei per darvi la stoccata finale
- Fantastico Sfelix, spero anch’io di trovare persone così
- Glielo auguro, Piattins, glielo auguro
- Ma mi dica Sfelix, questo discorso sul perfect victimism mi sembra troppo interessante per troncarlo così
- Ha ragione Piattins, ha pienamente ragione. Molte atre cose potrebbero essere dette in proposito
- Le posso dare appuntamento alla prossima settimana allora?
- Va bene, comunque se nel frattempo ha bisogno di qualche kick in the marons estemporaneo, sa dove trovarmi….
- Sul fan club di facebook, per esempio?
- Per esempio, e ricordatevi che Life is bad, but you can make it worse!

11 Risposte per “L’angolo dell’esperto: the perfect victimist”

  1. Flavia scrive:

    vediamo, Sfelix…sul victimism davanti allo specchio potresti invitarmi come lecturer! soprattutto perchè la mia è una sessione di lamento infinita seguita poi dall’immobilità assoluta su scrivanie e divani, e accompagnata dalla sotterranea speranza, un vero kick da maestro questo, di riuscire a ritornare quella di prima, che cmq, come tu mi insegni, non mi stava mai bene. sulle strategie di zerbinization invece dovrai darmi delle ripetizioni, devo ammettere che sto indietro….

  2. Laura scrive:

    Ho notato questo: il tempo che passo davanti allo specchio diminuisce all’aumentare della mia età (ma rimane pur sempre sufficente per la Sfelix-terapia…)
    (ragazze, fatemi gli auguri! oggi compio 38 anni!)

  3. Laura scrive:

    sufficiente, volevo dire…vedo lo sguardo di mia madre, della mia maestra e di mio figlio alla ricera della i perduta…

  4. Laura scrive:

    ricerca..(è la tastiera che perde i colpi, non io, vero?)

  5. piattini cinesi scrive:

    Flavia, sulla volonteer zerbinization, ma sulla forced se vuoi ti aiuto io!
    Laura, con gli ultimi commenti ti sei portata avanti con la zerbinization (eh, eh)
    comunque non temere,Sfelix ha in mente una sopresa

  6. Mariangela scrive:

    auguri!!!!!!!!!!!!!!

  7. Flavia scrive:

    auguri Lauraaaaaaaa
    ehm ma questo non è un FORUM però eh? perchè non facciamo un po’ di casino su FB? come? non ci sei? dai puoi sempre usare uno pseudonimo e dirlo solo a noi.

  8. Laura scrive:

    Flavia cara, se mi metto anche a smanettare su FB, é la volta buona che mi gioco il posto! (una si deve anche autolimitare, no?)

  9. Flavia scrive:

    e hai pure ragione, anzi direi che mi hai zerbined per bene :)

  10. Isa scrive:

    Laura, AUGURI ! :)) vedo che oltre al fatto di aver compiuto 38 anni a pochi giorni di distanza, abbiamo anche in comune una tastiera poco affidabile: mi fa piacere! :)))
    Il nostro caro Sfelix dovrebbe fare un salto a Malta uno di quei giorni, che mi serve un Intensive course: lo specchio, non lo interrogo quasi mai, e se capita per caso, lui cmq non mi rispecchia cose sgradevoli :( e per di più, non ho il pesa persona a casa che mi potrebbe aiutare ad imparare e mettere in pratica le sue inestimabili lezioni! :((( Mi sento tutta sola! :((((
    (sigh ;))))))))))))))))))))))))
    Che ne dite, posso fare la parte dell’ "amica" ??!? :)
    e, care amiche mie, non dimenticatevi che oggi è VENERDI’: rallegratevi dunque: il finesettimana è ANCORA qui! :))))

  11. Marilde scrive:

    Semplicemente adoro questo Dr Sfelix Mac Depress!


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative