L'angolo dell'esperto: il Dott. Mac Depress

Pubblicato il 12 dicembre 2008 da Flavia

Oggi Veremamme ha l’onore di ospitare uno dei massimi esperti di psicopatologia applicata, il dottor  Sfelix Mac Depress , autore del best seller “A kick in the marons therapy”.

-    Dottor Mac Depress..

-    La prego mi chiami  Sfelix, lo preferisco…

-    Va bene Dottor Sfelix, intanto le vorrei dare il benvenuto qui a Veremamme

-    Se fa piacere a voi, io non insisto, ognuno si fa male come può..

-    Ehm, giusto, giusto….comunque noi l’abbiamo invitata per parlare del suo ultimo libro: “A Kick in the marons therapy”. Un libro che appena uscito è diventato subito un successo internazionale. Qui in Italia so che è diventato il libro guida per i manager dell’Alitalia e anche Veltroni sta pensando di farne un video per il rilancio del PD…

-    Modestamente ho il mio pubblico ….

-    Vedo, vedo, ma anche noi come madri lavoratrici ci siamo interessate a questa sua interessante teoria, e cioè che il raggiungimento dell’infelicità perfetta sia alla portata di tutti. Ma è davvero così?

-    Sì, direi di sì. Certo il mondo è pieno di dilettanti, ma io sono convinto che si eseguono le facili ed essenziali indicazioni contenute nel mio manuale “A kick in the marons” chiunque può veramente essere in grado di rovinarsi la vita in maniera ottimale.

-    Ci può fare un esempio?

-    Ma certamente. Dunque oggi è venerdì. Un giorno fondamentale per lo squilibrio della settimana, perché è il giorno che precede il week end…

-    Ma di solito è un bel giorno, si fanno progetti, c’è l’attesa…

-    Ecco appunto, c’è l’attesa che qualcosa si realizzi. Ma noi sappiamo che in realtà non si realizza un bel niente niente, o quasi. Di solito le domeniche si chiudono sempre con un po’ di amaro in bocca, con quella sensazione di irrisolto che precede il lunedì…

-    Eh sì sì, questo è vero…

-    Certo che è vero. Sono anni che nel mio dipartimento assegno tesi sull’argomento. Abbiamo anche pubblicato uno studio intitolato “Skiful sundays and vomit mondays. Towards a distruttiv approach in scheduling your weekend” che ha dato grandi risultati. Ci siamo ritrovati con migliaia di mail da tutto il mondo di persone che ci ringraziavano di averli aiutati a rovinare definitivamente il fine settimana. Prima riuscivano ad ottenere solo forme ibride, eccessivamente destabilizzanti.

-    Ma qual è il segreto di questo approccio?

-    Il segreto è molto semplice e lo spiego nel mio “A kick in the marons therapy”. Con i miei collaboratori, dopo vari esperimenti, siamo riusciti ad identificare per ogni singolo caso quali sono i semplici procedimenti, o kicks, che se opportunamente seguiti portano con successo alla devastazione esistenziale.

-    Ci faccia un esempio

-    Va bene, parliamo di mamme, quindi un terreno fertile. La mamma può rovinare il weekend a se stessa e agli altri in pochissimi kicks

-    E come?

-    Dunque il primo kick in assoluto consiste nell’ avere delle aspettative eccessive di cui non parla a nessuno. Mi spiego. La mamma durante il weekend vorrebbe fare la spesa, riposarsi, andare in palestra, comprare le scarpe alla famiglia, invitare a cena i vicini, prendere un po’ d’aria e fare due lavatrici. Un po’ serrato come programma ma con una buona scaletta ce la potrebbe fare. Solo che non lo dice a nessuno. E quindi il sabato mattina scopre che  gli altri componenti della famiglia a sua insaputa hanno fatto altri programmi che ovviamente fanno a capocciate con i suoi e con quelli di tutti gli altri. Ne segue discussione a tavola che può degenerare (bene) o risolversi (male) se qualcuno si fa venire la sciagurata idea di dire vabbé tirammm innnanz e fare un programma che accontenti tutti per il resto della giornata. Per questo qui è importante seguire alla lettera il secondo kick, che io ho chiamato “recrimination forever”. Recrimination deve essere il nostro focus concept, la nostra keyword per tutta la domenica e anche la settimana a venire. Non c’è possibilità di recupero, di soluzione, ormai quello che è fatto è fatto.

-    Ma come si fa a mantenere il punto sulla recrimination senza cedere?

-    Con il terzo kick: ovvero  l’absolute silence. L’absolute silence è fondamentale per il distruttiv approach perché permette una libertà operativa quasi infinita. Immaginiamo per esempio che il marito proponga una gita in bicicletta sulla collina, a metà della salita la madre potrà dire “in realtà oggi me ne sarei rimasta volentieri a letto tutto il giorno” producendo un distruttiv impact sulla giornata molto efficace.

-    E il quarto  kick, qual è?

-    Il quarto è l’iperattivismo di ritorno altrimenti detto rigourgitous hyperactivism. Quando la mamma si accorge che il week end volge al termine cerca di recuperare il tempo perduto invitando a casa tutti gli amichetti del figlio con i loro genitori, facendo il cambio di stagione, o in alternativa decidendo che è ora di pulire il frigorifero o digitalizzare la collezione di francobolli del marito.

-    Manca solo il quinto

-    Il quinto è fondamentale. È l’advanced monday stress. Ovvero l’elenco dettagliato di tutti gli impegni del giorno dopo, dei difetti del capo, delle liti con i colleghi, del misero stipendio, del maldito traffico, della  puta vita e del governo ladro. Da operare rigorosamente prima di andare a letto, per garantirsi sonni agitati.

-    Fantastico

-    Può ben dirlo. Ci provi anche lei signorina questo fine settimana, mi raccomando. E ai lettori di Veremamme un appello. La vostra vita qualche volta può essere spiacevole, ma con “A kick in the marons therapy” anche voi riuscirete a renderla pessima!

E buon week end!

13 Risposte per “L'angolo dell'esperto: il Dott. Mac Depress”

  1. Isa scrive:

    FORTE! :-)))
    ironia da parte, è cmq chiaro che siamo noi donne a rovinarsi la vita e quella degli altri in famiglia, o no??! :-))) punto positivo: almeno si sa da dove iniziare se si vuole rimediare….!
    :)
    Isa

  2. worldwidemom scrive:

    E’ geniale.
    No davvero.
    Io devo dire di essere abbastanza brava in tutti i 5 kick. Soprattutto se prima di andare a dormire faccio la lagna con mio marito elencadogli tutte le cose che NON sono riuscita a fare. Così lui invece della buonanotte mi manda garbatamente e giustamente a quel paese.
    Mi sa che sono un fenomeno!!!!

  3. Lavoltabuona scrive:

    hahaha…:-D Io sono una maestra nel terzo kick (l’absolute silence per il distruttiv approach !). Potrei scrivere un luuuungo approfondimento!

    Fino a qualche tempo fa riponevo anch’io molte aspettative nel weekend, che venivano puntualmente disattese, lasciandomi, sì, quell’amaro in bocca… adesso ho smesso di aspettarmi qualsiasi cosa, lo temo e basta (il weekend!)!! ;-)

  4. piattinicinesi scrive:

    il dottor Sfelix è un genio,da quand l’ho intervistato la mia vita è molto peggiorata….

  5. Flavia scrive:

    oggi ho finalmente dato un nome al mio male oscuro e al mio talento migliore: l’iperattivismo di ritorno. perfetto. grazie!

  6. Paquita scrive:

    Whow! non avevo mai analizzato con tale precisione la cosa. Ritengo di applicare con disinvoltura e con un discreto succeso tutte e quattro ii primi kicks.L’ultimo no, ma posso sempre migliorare!
    Fantastica Piattina

  7. M di MS scrive:

    Io sono forte nel primo kick, mega expectations, poi di solito dimentico i panni messi in lavatrice alle sette del mattino di sabato per stenderli domenica dopo cena.

  8. my scrive:

    voi non ci crederete, ma a casa mia tutti questi kick sono portati avanti con fierezza (e mio assoluto scazzo) da mio marito.
    sigh.
    è terribile.

  9. Flavia scrive:

    E mica noi donne possiamo pretendere l’esclusiva dell’arte del lamento? My, come una di voi suggeriva in un altro commento, ci vuole un briefing di allineamento il sabato mattina, o meglio, il venerdi’ sera !!!!!! :-)

  10. Mammamsterdam scrive:

    Absolut silence io? ma quando mai. Anche volendo, è impossibile.

  11. Raperonzolo scrive:

    Il mio distruttiv approach è così elevato che temo di avere già inconsapevolmente aggiunto perfino un sesto kick. Grazie Sfelix per il kick in the marons, ora mi sento decisamente peggio.

  12. piattinicinesi scrive:

    Sfelix funziona sempre!
    qual è il sesto kick?

  13. Saraeco scrive:

    Ma io la kicks in the marons therapy la applico da anni anche durante la settimana…
    c’è speranza per me???
    :D


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative