I nostri "core values"

Pubblicato il 26 novembre 2008 da admin

A Seul, ad Atene, a Mosca come a Barcellona ho visto uffici con gli stessi quadretti sportivi che rappresentavano: passione (passion), impegno (committment), risultato (achievement), lavoro di squadra (teamwork). Oppure, a Londra come a Parigi, ho visto un lungo poema dal titolo religioso, a garanzia di una morale centenaria e inossidabile. Approcci entrambi validi, ma lascio all’immaginazione altrui quale dei due mi fosse più congeniale.

Tutte le grandi aziende, a un certo punto della loro storia, mettono nero su bianco i loro valori, allo scopo di dare una cultura e un’identità comune alle persone che “appartengono” a quel gruppo.

Se, dopo averci riflettuto un po’, scrivessi sul muro i miei valori per farvi capire con chi avete a che fare, entrando in casa mia vedreste grandi scritte tipo: Divertirsi. Imparare. Amare. Se sei d’accordo con me su questi “mattoni”, ma soprattutto se li vivi e me li comunichi con il tuo esempio, è molto probabile che diventeremo amici.

Come mamma, credo che sia importante conoscere, articolare per me stessa e infine trasmettere con la mia vita i miei valori. Se no, a che serve diventare mamma? Per quali ideali vorrei che la mia vita fosse ricordata da loro? La generosità? La capacità di resistere alle difficoltà? (Certo che ne ho scelte due proprio difficili. Comunque una coach americana suggerisce in un podcast di fare mentalmente questa “prova del funerale” ma io ho fatto le corna e sono passata avanti).

Penso che i nostri valori più profondi siano quelli da cui nascono tutti i nostri desideri e le nostre passioni. Sono le cose in cui crediamo, quelle che ci fanno stare bene, quelle per cui pensiamo, nel profondo, che valga davvero la pena vivere. Che cosa amo davvero, profondamente, visceralmente?

Dai nostri valori dipendono anche i nostri stati d’animo. Quando viviamo in armonia con quei valori, proviamo benessere, ci sentiamo “in pace con noi stessi”: basta un giorno per sentirci ricaricati. Anche le attività più faticose non ci stressano. Quando invece viviamo troppo a lungo in situazioni che sono in contrasto con i nostri valori, adattandoci troppo spesso al compromesso, negandoci il nostro spazio vitale, reprimendo i nostri desideri, ne ricaviamo un doloroso senso di alienazione e demotivazione.

Il problema è che, spesso, nel nostro barcamenarci quotidiano (che significa condurre una barca a vista, senza obiettivi di lungo termine) perdiamo la capacità di focalizzarci su quei valori, finiamo per non ricordarli più, e con essi perdiamo la nostra autoconsapevolezza e la nostra autenticità.

Essere persone autentiche, integre e indipendenti, significa agire in armonia con i propri valori profondi.

Allora, ho fatto questo esercizio per me stessa e ho trovato:

  • l’emozione (amare, vivere con passione, riflettere su me stessa e su chi mi circonda)
  • la conoscenza (l’amore per il viaggio, per l’esperienza di luoghi, persone, culture diverse)
  • l’indipendenza e la libertà (di decidere, di sperimentare, di mettere in discussione lo status quo, di pensare con la mia testa.)
  • l’azione (per tradurre in pratica le mie idee e vederne i frutti)

Cosa significa? Che un lavoro che non mi consente di imparare cose nuove e di agire per mettere in pratica le mie idee, mi uccide. Che un amore che mi priva della libertà di emozionarmi per tutte le cose che mi piacciono, mi uccide. Che nessun tipo di relazione potrà mai farmi crescere e dare buoni frutti se non rispetta e arricchisce i miei valori. Ma significa anche che i miei valori sono in evoluzione e in crescita insieme a me.

A questo punto un’altra coach americana vi incoraggerebbe a scrivere la vostra lista e a mettervela bene in vista, attaccata al frigorifero o allo specchio del bagno, così ve la ricordate mentre vi lavate i denti (io ve l’ho solo detto….fate voi)

Abbiamo una lista di valori? Punto.

Ora andiamo a capo.

Dormiamoci sopra qualche giorno e lasciamo che quei pensieri germoglino.

Poi rimettiamo tutto in discussione: ridefiniamo i nostri valori, la visione di noi stesse e di come vogliamo sentirci, rinegoziamoli con noi stesse, e con chi amiamo. Parliamone con chi amiamo, soprattutto. Senza dolorose rinunce, ma con una nuova consapevolezza di sé. Questa è secondo me l’essenza del diventare mamma: è vero che cambia tutto,  ma occorre crescere senza rinnegarsi. I “core values” visti da un’amica..>>

9 Risposte per “I nostri "core values"”

  1. Mammamsterdam scrive:

    Ecco, se mi mettessi a pensarci molto, ma molto bene, non mi verrebbero, per me stessa, in mente, altri valori che non i tuoi (sarà per questo che mi ritrovo tanto in quello che scrivi). L’unica sfumatura, tanto per specificare, che aggiungerei è il dovermi esprimere creativamente. he da sola, per come la intendo mio, racchiude le altre quattro.

    Poi, tanto per fre l’avvocato del diavolo mi chiedo; vabbé, ma chi NON sceglierebbe questi valori? Be, forse coloro che amano la sicurezza, la routine, il riconoscersi nell’ambiente che li circonda, che hanno bisogno di armonia a tutti i costi e quindi odiano mettersi in mostra o in contrapposizione con gli altri. Ci sono tanti modi di vivere, l’importante è capire quello che va bene per se’ stessi.

    Ciao,
    Barbara

  2. Isa scrive:

    Dopo averci pensato un po’, mi riconosco anch’io in quei core values, ai quali aggiungerei il rispetto e l’onestà. Adesso ci penso un altro po’, e cerco di farmi una lista… Ne riparliamo… :)

  3. Flavia scrive:

    Barbara: sì , credo proprio che abbia risposto da sola. Ci sono molti modi possibli…
    Isa: mi fa piacere. Attenta solo a non confonderla con la lista della spesa…:)

  4. Isa scrive:

    Nessun rischio qui cara mia, visto che la mia lista della spesa è sempre limitata allo stretto necessario per la sopravvivenza! :-)))

  5. worldwidemom scrive:

    Mi hai dato un bel "compitino" sai?
    In questo periodo mi sento davvero persa. Cerco spesso di far finta di niente, ma credo a questo punto sia meglio riflettere sui core values.
    I pilastri della mia vita. Lo devo a me stessa e al mio essere madre. Vorrei ritornare più avanti su questo discorso dopo aver capito quali profondi valori siano fondamentali nella mia vita.
    GRAZIE!

  6. piattinicinesi scrive:

    ho scritto un post di "contrappunto" sul mio blog
    "la scala dei valori"

  7. Flavia scrive:

    worlwidemom: grazie a te e benvenuta! quando arrivano commenti come il tuo, vedo realizzato lo spirito di VereMamme (che non è offrire consigli, ma far riflettere affinchè ognuno trovi se stesso e le proprie soluzioni). E questo mi rende felice.

  8. Isa scrive:

    Compitino fatto. Dopo una riflessione più approfondita riassumerei i miei valori chiavi in solo due parole (altroché shopping list…!): Amore e Rispetto.
    Nell’Amore c’è già quasi TUTTO. libertà, fratellanza, sapienza. Anche il rispetto potrebbe starci, nel senso che amare se stessi e il genere umano ci porta necessariamente al rispetto di sé ed altrui (almeno cosi’ dovrebbe essere!).
    Averci riflettuto per bene nuovamente mi ha fatto ricordare quanto mi posso ritenere fortunata e felice di vivere in perfetta armonia con questi miei core values! certo la vita non ci regala sempre soddisfazioni, perché non sempre ti ritorna cio’ che ti aspetteresti, spesso dai più di quanto ricevi (qui penso soprattutto al mio mestiere: insegnare ragazzi, adolescenti, puo’ sembrare un viaggio a senso unico talvolta :) … ma in fine, non è cosi’, e se bisogno ci fosse, te ne arriva la prova quando dopo cinque anni passati con te, ti vengono a trovare dopo la laurea per ringraziarti della pazienza, dell’accanimento e di aver creduto in loro… e questo momento vale per tutte le tue arrabbiature, frustrazioni, per non mentionare altro! lol) … Non fraintendetemi, non ho mica detto che sono una sorte di santa! lool … non lo sono, ma se faccio "table rase" di tutto, cio’ che rimane è solo questo: amore e rispetto. E se nella vita non ho sempre fatto cio’ che andava fatto (intendo dire cio’ che era giusto fare), ho poi rimediato, in tale modo di poter dire che ho sempre la coscenza apposto, e questo si’ che mi rende felice! :-)))
    ps: ho letto tuo post stamatt Piattini, verro’ da te per lasciarti un commento;) .. anch’io avevo sempre lasciato l’azione trascurata, ma poi (a pensarci bene) non cosi’ tanto quanto credevo…
    ciaooo! :)))

  9. Flavia scrive:

    @Isa: che dire.. Mi fai venire in mente Luciano De Crescenzo, le sue spiegazioni illuminanti sulla filosofia antica, e la sua distinzione tra persone d’amore e di libertà, a seconda di quale impulso primario prevalga in noi… tu sei indubbiamente tutto cuore :)


Lascia un commento