Catalogato | Flavia blog

Tags :

Mamma cambia….

Pubblicato il 16 ottobre 2008 da Flavia

Torno a casa dopo due giorni tra Norimberga e Londra. Come sempre quando si passa dall’aeroporto a un taxi a un ufficio e via così, la città potrebbe essere in un qualsiasi punto della terra.

Così di Norimberga ho visto solo le mura e le torri di un bel castello, girandoci intorno alle 11 di sera in taxi, poi l’hotel dove mi hanno dato solo una piazza e mezzo di letto. Sarà perché sono lunga poco più di un metro e mezzo? E che c’entra: io lo voglio più largo il letto, mica più lungo.

Di Londra, ho visto un vecchietto venuto a prendermi ad Heathrow, che non accettava carte di credito, e un hotel (più pub che hotel), che non cambiava euro in pounds né avrebbe mai effettuato un’operazione finanziaria rischiosissima come anticiparmi contanti per addebitarli sulla carta. Di questi tempi? Per carità signora. Alla fine il vecchietto, che non è mica scemo, si è preso i miei 60 euro per una corsa da 40 pounds. Non male. Tutto questo in una strada di Kingston upon Thames, località a me sconosciuta che il mio primo incontro della giornata, un simpatico CEO con jeans strappato e maglietta con Mao, ha provveduto a disegnarmi sulla lavagna, tipo “vedi, qui è Londra, e in questa direzione è la Francia. (ah. ma va’?) L’aeroporto di Heathrow è qui, e noi siamo qui, più o meno a mezz’ora di treno (metropolitana?) da Trafalgar Square….

Insomma, torno da questo viaggio con un nuovo lavoro. Finora ero “il cliente” e ora invece sarò “l’agenzia” che fa cose come brand positioning, segmentation, equity, innovation, cultural insights. Wow. Ho incontrato un sacco di gente in questi due giorni e mi sono piaciuti tutti, dalla scienziata tedesca esperta di modelli di simulazione al maturo hippy inglese. Sembrerebbe proprio quello che stavo cercando. Ma come tutti i cambiamenti, è eccitante e pauroso. Vedremo.

Mi dispiace un po’: avevo promesso a Pezzetto che un giorno l’avrei portato con me in ufficio.

“Mamma, quando andiamo al tuo lavoro?”

“Ehm, non ora Pezzetto. Mamma cambia lavoro.”

“E il tuo ufficio è qui?” guarda su e punta il dito.

“No piccolo, questo è solo il palazzo dell’Eni all’Eur…” stiamo costeggiando il laghetto.

“E allora dov’è?”

“Non lo so. Sarà qui vicino. Cioè, dobbiamo ancora aprirne uno. Mamma ci penserà un attimo, ok?”

Vi terrò aggiornati.

Un commento per “Mamma cambia….”

  1. michela valentino scrive:

    Ciao Flavia, sono michela la ex collega di stefano…..in bocca a lupo per questa nuova avventura!
    provvederò a diffondere il tuo sito a tutte le mie amiche


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative