Catalogato | Flavia blog

E NON chiamatemi signora!

Pubblicato il 11 ottobre 2008 da Flavia

A trenta, diciamo anche trentatre o trentaquattro anni, tutto dipendeva da come e quando uscivo di casa. Se ero conciata per l’ufficio in una mattina qualsiasi tra il lunedì e il venerdì, il ragazzino del piano di sopra magari mi teneva il portone quei tre secondi in più giusto per farmi fare una corsetta (abitudine molto milanese, questa, un ennesimo metterti fretta travestito da buona educazione) e mormorava “Buongiorno”… Ma se era sabato o domenica e andavo a fare la spesa in jeans o uscivo in moto (e sì ho detto moto…non scooter), l’adolescente di passaggio nel cortile mi intravedeva e mi diceva sopra pensiero: “ah…cciao” (ed io dentro di me: “evvai!!!”).

Adesso, no. No. Non c’è più speranza. Ero vestita in maniera inqualificabile (sempre jeans… scarpe basse…una maglia informe e stinta…senza trucco….senza vergogna insomma) in un grande centro commerciale, anzi immenso, dove ero andata a comprare oggetti per la casa (tradotto: una buona quantità di cose assolutamente inutili). Lì hanno pensato bene di fare grandi planimetrie in stile dorico con tanto di capitelli, ma senza mettere nessun “voi siete qui”. E quindi applicando il massimo delle mie capacità logico-deduttive, ho spiegato a un gruppetto di ragazzotti/e che mi si accalcava attorno che se il negozio dietro di noi si chiama Rocco e sulla pianta Rocco è il numero 48, vuol dire che noi siamo qui, al 48, e quindi per andare qui, al 59, bisogna…. “Ah, ecco. Vabbè. Grazie signora”

GrrrrrrrrrrrrrrE NON CHIAMATEMI SIGNORA!

2 Risposte per “E NON chiamatemi signora!”

  1. vm13 scrive:

    il colmo per me è stato alcuni giorni fa quando un giovane ragazzo che aveva passato con noi un’estate quando aveva circa 12 o 13 anni ha salutato mio marito dicendogli ciao ed a me ha dato la mano e mi ha detto arrivederci….
    NON C’E’ SPERANZA!

  2. Flavia scrive:

    no, non c’è…. oggi sono andata da un nuovo parrucchiere dopo una delle solite corse, dicendogli 1. di non abituarsi male perchè di solito i parrucchieri mi vedono ogni 4-6 mesi, e 2. che avrei tanto voluto truccarmi per il nuovo taglio ma non ne avevo avuto il tempo (e la voglia). Lui mi ha salutata dicendo "allora benvenuta a bordo…e se la prossima volta avremo anche l’onore di vederti truccata…." aaargh!


Lascia un commento

Parliamone

email facebook friendfeed linkedin rss twitter wmi

Le conversazioni del Village

thetalkinvillage.com

E’ una lunga storia

Scarica il banner!

veremamme

Iniziative